Ford Fiesta e EcoBoost 1.0 sono il mix perfetto per la compatta più venduta d’Europa, in grado di mettere a segno veri e propri record del settore con 33.561 unità vendute a settembre scorso e un totale di 222.184 esemplari registrati nei primi 9 mesi del 2013 (dai Jato). Il vero segreto di questo successo è anche nel rivoluzionario propulsore a 3 cilindi, vincitore del Motore dell’Anno 2012 e 2013, successivamente disponibile anche con cambio automatico Powershift a doppia frizione. L’auto più venduta al mondo della propria categoria (analisi Ford su dati Polk sulle immatricolazioni globali) è stata la numero una in assoluto nel Regno Unito con 96.000 unità, ma seguono a ruota altri importanti paesi del Vecchio Continente come Germania, Italia, Francia e Spagna.

Il motore Ecoboost 1.0 da 3 cilindri è efficiente, estremamente compatto e ecologico visto che emette soltanto 100 g/km di CO2 con la versione da 100 cv. Per la prima volta Ford include a bordo di una vettura ambo le tecnologie EcoBoost e Powershift per abbattere ulteriormente le emissioni di 114 g/km e consumi di soli 4,9 I/100 km. Bella fuori, ma anche dentro: la Fiesta si avvale dunque del prodigioso propulsore EcoBoost 1.0 a 3 cilindri che apporta diverse novità sostanziali come il turbo, l’iniezione diretta e doppia fasatura variabile così da offrire la potenza di un motore di cilindrata superiore, ma allo stesso tempo con l’efficienza di un’unità compatta. Giusto per farsi un’idea, il blocco cilindri di EcoBoost è così ridotto che può essere alloggiato nella cappelliera di un aereo come una normale valigia di piccole dimensioni. Il propulsore ha debuttato in due step di potenza (100 o 125 cavalli) e non a caso è definito il più efficiente a benzina di sempre.

Le caratteristiche tecniche prevedono una cilindrata di 999 centimetri cubici e appunto la fasatura variabile delle valvole sia in aspirazione sia in scarico, mentre il sistema di lubrificazione è a controllo elettronico per ridurre la rumorosità e un performante impianto di raffreddamento con doppio circuito idraulico e il volano a massa eccentrica per garantire maggiore silenziosità in marcia. Parlano da soli i valori della coppia: da ben 170 Nm, costanti da 1.400 a 4.500 giri, per il 100 CV e 200 Nm per il 125 cavalli anche grazie al turbocompressore. E le prestazioni non sono da meno dato che la variante da 100 cv va da 0 a 100 in 12,5 secondi e quella da 125 cv in 11,3 secondi con velocità massime di 185 e 193 km/h.

Nella Fiesta lavora in coppia perfettamente con il cambio automatico, che è sempre più richiesto dagli utenti anche su altri modelli come Kuga, Mondeo, S-MAX e Galaxy: basti pensare che nei 12 mesi tra settembre 2012 e settembre 2013 le vendite della nuova B-MAX dotata di cambio Powershift sono cresciute del 10%. La Fiesta pensa anche all’estetica in ogni suo dettaglio come con la qualità dei materiali utilizzati per gli interni e pone in primo piano la sicurezza dato che comprende l’Active City Stop che frena evitando collisioni a bassa velocità dovute a distrazione e SYNC con Emergency Assistance, che sfrutta comandi vocali per chiamare automaticamente il 112 in caso d’incidente “capendo” 26 lingue.

Ecco perché in nove mesi si sono venduti più di 222mila esemplari. “Questi numeri dimostrano che la nuova Fiesta, efficiente, tecnologica e dal design moderno, ha saputo conquistare il cuore dei clienti Europei – ha dichiarato Roelant de Waard, Vice Presidente Marketing, Vendite e Assistenza, di Ford Europa – Oggi portiamo su strada una combinazione vincente: il motore EcoBoost 1.0, e il cambio Powershift, un significativo passo in avanti per l’evoluzione di questo segmento che non mancherà di conquistare nuovi clienti, specialmente tra quelli che desiderano una ricca e avanzata dotazione tecnologica”.

Publiredazionale