La nuova Mustang sbarca in Europa per la prima volta e lo fa portandosi in grembo uno splendido EcoBoost 2.3 da 310 cavalli e un V8 5.0 da 435 cavalli. La nuova Mustang sarà munita di sospensioni sia anteriori che posteriori completamente indipendenti, di un telaio in acciaio ad alta resistenza e di numerosi elementi in alluminio, che riducono il peso e aumentano notevolmente la facilità di guida; in poche parole un telaio che cerca di ottimizzare un mix di guidabilità e prestazioni.

Ford, non soddisfatta dell’ottimizzazione di guidabilità e prestazioni, ha deciso di dotare di serie tutti i modelli europei, sia nella versione fastback che nella convertibile, del performance pack, che incrementa ulteriormente la maneggevolezza e la potenza frenante, rendendola perfetta sia per la strada che per la pista. Aumenta anche la precisione di guida e la potenza frenante. “La Mustang è sinonimo di prestazioni, e con il performance pack, il nuovo modello nasce pronto ad affrontare sia la strada che la pista”, ha dichiarato Dave Pericak, ingegnere capo del progetto Mustang.

Non stiamo parlando di un’auto o di una Ford qualunque, ma di un’icona globale venduta in 9 milioni di esemplari a partire dal 1964, anno in cui è stato lanciato il primo modello, e che è comparsa in più di 3.200 film, serie TV e videogiochi.

La nuova Ford Mustang con motore EcoBoost 2.3 scaricherà sull’asfalto 310 cavalli e 434 Nm di coppia, mentre il V8 5.0 erogherà 435 cavalli e 542 Nm di coppia, una potenza degna di un auto icona. Il nuovo EcoBoost 2.3 è stato sviluppato appositamente per la nuova Mustang, per avere il meglio: tanta potenza, precisione e guidabilità e consumi non proibitivi. “Il motore EcoBoost garantisce a tutti i regimi l’elevata potenza che i clienti si aspettano da una Mustang”, ha dichiarato Scott Makowski, engineering manager per lo sviluppo del motore EcoBoost 2.3. “Offre al guidatore l’inequivocabile esperienza Mustang, con una curva di coppia regolare e una grande risposta in ogni condizione di guida.”

L’EcoBoost pensato su misura per la Mustang è l’ultimo arrivato della famiglia di motori EcoBoost. Quali differenze dai suoi predecessori? Sicuramente rimane il contenuto tecnologico elevato, l’iniezione diretta e la doppia fasatura delle valvole. Le novità introdotte da Ford per sopportare senza problemi gli stress meccanici prolungati e assicurare affidabilità alla Mustang EcoBoost sono dei componenti ad alta resistenza come: albero a gomiti in acciaio forgiato, raffreddamento a getto dei pistoni, fasce elastiche in acciaio, cuscinetti di qualità superiore, sedi valvole realizzate con materiali a elevata resistenza, bielle in acciaio forgiato, blocco cilindri in alluminio pressofuso ad alta pressione con alloggiamenti, coppa dell’olio ad alta capacità in alluminio pressofuso. Ricordiamoci che stiamo parlando di un straordinario propulsore eroga 135 cavalli e 189 Nm di coppia per ogni litro di cilindrata.

Invece, per quanto riguarda l’EcoBoost V8 5.0, sono state ideate nuove soluzioni per migliorare l’afflusso dell’aria agli alti regimi. L’assicurare efficienza ai flussi di aspirazione e lo scarico sono garanzia di coppia e potenza. V8 è dotato di: valvole di aspirazione di diametro maggiorato, valvole di scarico di diametro maggiorato, alberi a camme ricalibrati, molle delle valvole ad alta pressione per assicurarne un controllo preciso, nuovo design della testata che accelera la velocità dei flussi di aspirazione e camera di scoppio riprogettata adatta alle valvole più grandi, albero bielle in acciaio sinterizzato più robusto e più leggero, cielo dei pistoni ridisegnato adatto alla maggiore dimensione delle valvole e infine albero a gomiti riequilibrato per incrementare il comfort e agli alti regimi.

Tutte le novità sopracitate riguardano il cuore della Mustang, della stessa famiglia EcoBoost il cui modello da un litro per tre anni di fila ha fatto registrare record e numeri mai visti, sia di vendite, sia di prestazioni che di trofei portati in bacheca. Intorno al cuore pulsante da 310 cavalli Ford ha creato un’architettura che permette di sfruttare tale potenza in perfetta sicurezza e semplicità. Sospensioni indipendenti anteriori e posteriori (quest’ultime di tipo integral link) e telaio superleggero per una maggiore precisione (cofano e i relativi pannelli laterali sono in alluminio, riducendo il peso e migliorando equilibrio delle masse). A riprova di questo lavoro la Mustang fastback americana con motore V8 5.0 ha un peso omologato di 1.691 kg (il 53% scaricato sulle ruote anteriori, il 47% sulle posteriori), mentre la versione con EcoBoost 2.3 pesa 1.598 kg (il 52% scaricato sulle ruote anteriori, il 48% sulle posteriori). Naturalmente le Mustang europee saranno dotate di serie del ‘performance pack’ che comprende pinze freni, molle racing e impianto di raffreddamento maggiorato per l’utilizzo in pista.

Publiredazionale