In America richiamati 239 esemplari

La Fisker Karma è stata presentata l’anno scorso al Salone dell’Automobile di Parigi, il propulsore che spinge l’auto sportiva è composto da due unità elettriche con una potenza massima per ogni unità di 150 Kw in abbinata con un motore da 2000 centimetri cubici con una potenza massima di 260 cavalli.
In accelerazione la Fisker Karma raggiunge i cento chilometri orari da ferma in soli 5,8 secondi e la velocità massima dichiarata è di 200 chilometri orari, solo con la spinta delle due unità elettriche l’auto ha un’autonomia di 80 chilometri, per una ricarica elettrica completa bisogna attendere dalle sei alle 14 ore.
Il lancio della Fisker Karma è avvenuto la primavera scorsa ed il prezzo ad oggi varia dai 104 mila euro del modello Ecosport ai 120 mila euro della Ecochic.
In questi giorni negli Stati Uniti la casa costruttrice ha dato ordine di rientro per 239 esemplari della Fisker Karma a causa di un probabile difetto alle batterie che potrebbero provocare l’incendio della vettura, tutte le vetture richiamate sono state assemblate nel periodo dal 1 luglio al 3 novembre, il problema principale sembrerebbe essere il sistema di raffreddamento del comparto batterie, a causa di un assemblaggio errato potrebbe uscire del liquido refrigerante che a contatto con i componenti elettrici provocherebbe l’incendio.