Era il 1993. Al salone di Francoforte di quell’anno la Fiat presentò l’erede della fortunatissima Uno, nata dieci anni prima: si chiamava Punto. Questa vettura, sulla scia delle utilitarie di segmento B che hanno motorizzato tre generazioni di italiani (come non ricordare 127, 850 e 600?) era talmente importante nelle aspettative della Fiat che per produrla venne costruito un nuovo stabilimento, a Melfi, che si attestò in quel momento come uno dei più avanzati al mondo.

Sono passati venti anni e la Punto è sempre lì, ancora tra le prime auto vendute in Italia; e non solo: questo modello conta 8,7 esemplari venduti in Europa.

Sono previste diverse manifestazioni per celebrare questo traguardo. A livello di concessionari, in questi giorni ci sono promozioni sulla versione 2013 Easy 1.2 da 69 cavalli.

Oggi la Punto 2013 prevede motorizzazioni dotate di sistema Start&Stop, come la 1.4 da 77 cavalli, la 0.9 TwinAir turbo da 85 cavalli, la 1.3 turbodiesel da 85 cavalli e la 1.3 da 95 cavalli. Disponibili anche le versioni bi-fuel: 1.4 da 77 cavalli Easy Power (Gpl) e 1.4 da 70 cavalli Natural Power (Metano).