Esordio internazionale per la nuova Fiat Panda Cross che sarà commercializzata a partire da settembre nei principali mercati europei. Dopo il debutto allo scorso Salone di Ginevra, l’estrema evoluzione del concetto di SUV è pronta ad approdare nel segmento dei SUV di taglia piccola. La vettura di FCA punta a essere “trasversale” e a superare qualunque ostacolo attraendo allo stesso tempo clienti eterogenei per gusti, età ed esigenze di mobilità.

La sua caratterizzazione estetica non è fine a se stessa. Infatti, tutti i dettagli di stile servono a proteggere le parti meccaniche e a renderla più robusta e sicura. Il frontale presenta un inedito look, grazie al nuovo paraurti, che presenta un generoso skid plate in colore “silver ultrashine” per la protezione degli organi meccanici. Il carattere robusto e off-road è sottolineato dai ganci traino in rosso brillante, immediatamente riconoscibili. Nella vista laterale si evidenziano alcuni elementi specifici come i passaruota marcati, le modanature con badge ‘Cross’, e le nuove barre portatutto che riprendono entrambe le finiture dello skid plate. Il posteriore presenta un paraurti con protezione sotto-scocca che riprende design e finiture dello skid plate anteriore, i gruppi ottici con protezione dedicata in linea con il frontale e il terminale di scarico cromato.

All’interno, Panda Cross è caratterizzata da un abitacolo curato e dalla forte personalità. I sedili sono in tessuto naturale fiammato dal look tecnico con i fianchetti di contenimento laterali in ecopelle marrone che si abbinano al rivestimento presente sui pannelli porta. Completano l’equipaggiamento il volante, con comandi integrati, e il pomello cambio, entrambi in pelle. Grazie alle cinque porte e alla sua abitabilità da segmento superiore, la nuova Panda Cross coniuga le ridotte dimensioni esterne (370 centimetri di lunghezza, 166 di larghezza e 166 di altezza) con un sorprendente spazio interno dato che il bagagliaio è uno dei più grandi del segmento (225 litri). La trasmissione è di tipo “Torque on demand”, che si avvale di due differenziali e di un giunto controllato elettronicamente che garantisce un automatismo del funzionamento e l’assenza di manutenzione.

Panda Cross propone di serie il sistema ESC (Electronic Stability Control) completo di funzione ELD (Electronic Locking Differential), un ulteriore ausilio alla guida e allo spunto in partenza su percorsi a scarsa aderenza come neve e fango. In esclusiva nel segmento di appartenenza, la vettura offre il selettore di modalità di guida che consente agli amanti del fuoristrada di poter selezionare l’utilizzo della trazione integrale a seconda delle condizioni di guida, scegliendo fra tre modalità: Auto, Off-road e Hill Descent Control. Per assicurare la massima aderenza su ogni superficie, il nuovo modello adotta pneumatici 185/65R15 M+S All Seasons, di maggiori dimensioni rispetto a quelli della Panda 4×4.

Le sospensioni presentano una soluzione a ruote indipendenti di tipo Mc Pherson per l’anteriore mentre al posteriore si è preferito un sistema a ruote interconnesse tramite ponte torcente specificamente sviluppato per la versione integrale. Rispetto alla soluzione a bracci tirati della generazione precedente, quest’ultimo schema garantisce maggiore leggerezza, comfort di marcia ed acustica a parità di prestazioni off-road. Pochi interventi tecnici mirati hanno consentito di migliorare le sue capacità off road come l’altezza da terra aumentata fino a un totale di 161 mm per la versione TwinAir e 158 mm per quella Multijet. Gli angoli caratteristici fuoristrada, migliori rispetto a quelli di Panda 4×4, le consentono di superare una pendenza massima addirittura del 70% e una pendenza laterale del 55%. Grazie a un condotto di aspirazione sollevato da terra (739 mm nella versione diesel e di 711 mm in quella benzina), Panda Cross promette il massimo agio anche in avvallamenti piuttosto profondi, come ad esempio l’attraversamento di un guado.

Due le motorizzazioni a disposizione, entrambe dotate di Start&Stop: il turbodiesel 1.3 Multijet e il benzina 0.9 TwinAir Turbo che, rispetto a quelli già disponibili per le altre versioni, propongono un aumento di potenza rispettivamente a 80 CV (coppia di 190 Nm a soli 1.500 giri/min) e 90 CV (con una coppia di 145 Nm a 1.900 giri/min) con il propulsore a benzina che in modalità ecologica limita la coppia a 100 Nm a 2.000 g/min garantendo un consumo di 4,9 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 114 g/Km. Il cambio a 6 rapporti con prima marcia corta accentua le doti off-road del modello garantendo un buono spunto nelle partenze in salita.

Di serie climatizzatore automatico, radio CD/MP3 con sistema Blue&MeTM con comandi al volante, cerchi in lega bruniti specifici da 15″ e specchietti retrovisori esterni riscaldabili con comando elettrico oltre a fendinebbia e pneumatici 185/65R15 M+S All Seasons. Previsto un ampio menu di optional e accessori: tra questi parabrezza termico, cristalli scuri e l’innovativo City Brake Control, pensato per supportare la guida nel traffico cittadino. Il sofisticato dispositivo, vincitore del prestigioso ‘Euro NCAP Advanced 2013′, integra tre funzioni: l’Automatic Emergency Braking (AEB), il Prefill ed il Brake Assist.

LEGGI ANCHE

Salone di Ginevra 2014: al via Fiat Panda Cross e Freemont Cross

Ecco la Fiat Panda Cross