Lo stand Fiat al salone di Ginevra sottolinea il momento positivo della Casa italiana e propone diversi modelli interessanti, tra cui una variante attrezzata per il tempo libero del Doblò, un modello denominato Trekking, contraddistinto da un aspetto che strizza l’occhio ai SUV.

Caratterizzato da una nuova verniciatura dal nome altisonante, ovvero Bronzo Magnetico, il più specialistico dei Doblò, vanta un corpo vettura attrezzato per andare oltre l’asfalto, anche se non possiede ne le caratteristiche, ne le velleità dei fuoristrada.

Infatti, oltre alle modanature laterali con il nome del modello, vanta protezioni per il sottoscocca, anteriori e posteriori, e persino una zona sottostante il motore rinforzata. Ma non è tutto, l’assetto è stato rialzato di 10 mm, e nell’insieme generale spiccano i quattro cerchi in lega da 16 pollici.

Interessante il sistema Traction+, che si integra al meglio con l’ESP ed il dispositivo d’ausilio nelle partenze in salita, e consente di sfruttare al meglio tutte le potenzialità della trazione anteriore per affrontare anche fondi accidentati.

Elegante fuori, il Fiat Doblò Trekking si caratterizza per la tonalità marrone scelta anche all’interno: nello specifico per l’ecopelle che ricopre la plancia, i pannelli porte e parte dei sedili. Dotato di accessori quali il climatizzatore manuale, i fendinebbia, i vetri scuri ed i pneumatici all season, vanta un bagagliaio con cui è possibile trasportare di tutto, considerata la capienza che va dai 790 ai 3.200 litri.

Volendo, per sfruttare al meglio tutto lo spazio disponibile al suo interno, è possibile ordinare questo veicolo poliedrico con un ulteriore vano portaoggetti posizionato in alto tra la parte centrale e quella posteriore del suo ampio abitacolo.

Ma non è tutto, la dotazione di serie può essere integrata anche con i sensori posteriori, le barre sul tetto, il sistema Uconnect, il cruise control ed i sensori posteriori.