Ci sono auto comuni che diventano molto popolari, è il caso della Fiat 500L, una vettura molto apprezzata dai clienti del brand del Lingotto, che è balzata sulle copertine di tutti i giornali ed ha fatto il giro del mondo in rete in occasione del viaggio di Papa Francesco negli Stati Uniti.

Infatti, quella vettura di un sobrio colore nero, con tanto di targa vaticana SCV1, ha accompagnato il pontefice nell’itinerario che va dalla base di Andrews a Washington. L’altra auto impiegata nella trasferta statunitense è stata una vettura speciale, una cosiddetta papamobile, realizzata partendo dalla base di una Jeep Wrangler.

In questa situazione, dove le auto del Gruppo FCA hanno reso più agevoli gli spostamenti di Papa Francesco, non sono stati pochi i media che hanno specificato la semplicità della vettura utilizzata dal pontefice per i suoi spostamenti in luogo delle classiche limousine che rappresentano un modo molto sfarzoso di viaggiare.

Ebbene, ora la Fiat 500L in questione andrà all’asta, per volere degli organizzatori dell’incontro mondiale delle famiglie che si è svolto a Filadelfia nel mese di settembre con la partecipazione di Papa Bergoglio. In base a delle informazioni provenienti da fonti ufficiali, la vendita dell’auto dovrebbe tenersi nella giornata del 29 gennaio.

La base d’asta si prevede che venga fissata sul valore di 30 mila dollari ed il ricavato andrà all’Arcidiocesi di Filadelfia. Ma non è tutto, dal 31 gennaio al 8 febbraio, la vettura “papale” verrà esposta al salone dell’auto di Filadelfia.

Insomma, a quanto pare di parlerà ancora di questa Fiat 500L che ha fatto fino in fondo il suo dovere ed è stata una scelta davvero azzeccata, per la sua sobrietà e per la sua comodità. Dopo tutto, con un passo superiore di 4 cm rispetto alla 500X, offre molto spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, e per via della conformazione del tetto, non penalizza neanche i passeggeri di alta statura che siedono sul divano.