Dopo l’accenno a un eventuale impegno nel FIA WTCC, Citroën conferma il suo ingresso nella disciplina a partire dal 2014 in cui si cimenterà per la prima volta in un campionato internazionale su circuito. Dopo cinque Coppe del Mondo Rally-Raid e otto titoli iridati nel WRC, un’ulteriore conferma l’importanza dello sport per la casa francese e la volontà di proseguire il formidabile sodalizio con Sébastien Loeb.

Mentre prepara il Pikes Peak con Peugeot, la leggenda del rally non nasconde l’entusiasmo all’idea di affrontare questa sfida: “Sono felicissimo di questa conferma, è fantastico poter scrivere tutti insieme un nuovo capitolo della nostra storia. Sono impaziente di sedermi al volante della vettura e iniziare i test. Questo anno di transizione mi è servito per moltiplicare le esperienze e mettere a punto il pilotaggio su circuito. Non pretendo di vincere subito, ma ho tutte le intenzioni di arrivarci prima o poi”.  Dopo i nove titoli di Campione del Mondo con Xsara, C4 e DS3 WRC, per la leggenda del rally si apre un altro nuovo capitolo.

Frédéric Banzet, Direttore generale di Citroën, spiega come mai è stato scelto questo campionato: “Il WTCC si fonda su caratteristiche fondamentali per Citroën: ampia visibilità mediatica, un regolamento che limiti il budget e un calendario mondiale. Questo impegno di permette di mettere in gioco di nuovo la nostra Créative Technologie, ma di sostenere anche lo sviluppo della Marca in mercati in crescita, come Cina, Russia o America del Sud. Ringrazio in particolare il nostro partner Total, che ci accompagnerà in questa nuova avventura”. 

L’arrivo di Citroën sui circuiti coinciderà con l’ingresso di una nuova generazione di auto: “Scoprire una disciplina e partire da un foglio bianco è una magnifica sfida per la nostra organizzazione – spiega Yves Matton, Direttore di Citroën Racing – .Potremo comunque sfruttare gran parte del nostro patrimonio tecnologico, a cominciare dal motore 1.6 turbo a iniezione diretta della DS3 WRC. Nelle officine di Versailles il lavoro è già iniziato. Naturalmente non abbandoniamo il rally, e faremo quanto in nostro potere per conquistare i migliori risultati possibili nel 2013. Il rafforzamento della nostra partnership con Abu Dhabi ci permette di continuare la presenza nel WRC con un dispositivo diverso e nuovi obiettivi”.