Per la 67a edizione del Festival di Cannes, Renault consolida la partnership con la prestigiosa kermesse francese raddoppiando il numero di veicoli, in totale più di 200. Dal 14 al 25 maggio le più grandi stelle del cinema, gli organizzatori e i partner (Nestlé, L’Oréal, Air France) saranno accompagnati sul red carpet da 70 Renault Latitude e 140 Espace. La casa automobilistica transalpina metterà inoltre a disposizione dei VIP una connessione internet durante gli spostamenti: grazie alla copertura 4G di Orange nella regione, il sistema Domino 4G Airbox installato sulle 107 auto permetterà di connettersi via WiFi durante tutti gli spostamenti a Cannes. Ma Renault garantirà gli spostamenti anche al grande pubblico, che avrà l’occasione di scoprire 15 Twizy e di testare il quadriciclo 100% elettrico sulle spiagge della Croisette.

Il Festival attirerà 200.000 visitatori provenienti da tutto il mondo, occasione imperdibile per portare alla ribalta 4 prototipi della Nuova Twingo. Una di queste city-car, che si caratterizzano per il look rivoluzionario e per il motore posteriore, avrà un ruolo da protagonista ai piedi dei gradini del Palais per tutta la durata del Festival: “Dopo 31 anni, per Renault il Festival di Cannes è diventato un appuntamento fisso e l’occasione ideale per promuovere i nuovi modelli davanti alle telecamere di tutto il mondo - spiega Claude Hugot, Direttore Relazioni Pubbliche dell’Alleanza Renault-Nissan -. Anche quest’anno saremo in prima fila per quest’evento con la Nuova Twingo, un modello che incarna lo spirito innovativo e d’avanguardia dei nostri team di progettazione”.

Infine, in occasione del centenario di ‘Charlot’, Renault ha collaborato con Dolorès e Carmen, le nipoti di Charlie Chaplin, nella produzione di “The Innovators”, un cortometraggio futurista della durata di 12 minuti. Il film è stato in parte girato presso il Technocentre di Guyancourt, dove le attrici sono state immortalate a bordo di Renault Twizy e della concept car Twin’Z sulle note musciali di “Space Oddity”, di David Bowie. La storia che unisce la casa automobilistica alla settima arte ha alle spalle più di un secolo, dal primo film dei fratelli Lumière, nel quale Auguste Renault appariva al volante della sua vetturetta Type A, fino ai pionieristici studi cinematografici costruiti a Billancourt tra il 1885 e il 1898, accanto agli stabilimenti Renault. La casa francese, partner privilegiato in molti festival, si prepara a sbarcare anche alla prossima Mostra del Cinema di Venezia.

LEGGI ANCHE

Renault Clio Costume National: edizione speciale tra spazio e stile

Nuova Renault Twingo: la rivoluzionaria con motore posteriore

Nuova Renault Twingo: il DNA francese in anteprima al Fuorisalone

Salone di Pechino 2014: tutte le novità di Renault in Cina