La notizia è di quelle che di sicuro non faranno piacere agli appassionati: la Ferrari ha perso l’esclusiva sul nome Testarossa, un appellativo storico e tanto caro agli estimatori del Brand di Maranello in quanto identifica due modelli iconici: uno da corsa, datato 1957, ed uno stradale, arrivato sul mercato nel 1984.

Ebbene, in una controversia legale contro tedesca Autec AG, la Casa di Maranello avrebbe avuto la peggio e quindi dovrebbe rinunciare ad avere l’esclusiva su un nome così iconico che presto potremmo vedere su prodotti di tutt’altro genere, come biciclette e persino rasoi.

Certo, non si sentiva minimamente la necessità di radersi con una testarossa, anche perché non da una bella immagine della rasatura, ma per il momento, secondo la stampa teutonica, la Ferrari ha perso il primo round in tribunale ma è molto probabile che ricorrerà in appello.

La motivazione per cui la protesta Ferrari sull’utilizzo del nome da parte di altri soggetti non è andata a buon fine sarebbe stato il poco utilizzo del termine testarossa da diverso tempo, una spiegazione alla quale i legali di Maranello hanno risposto che il nome è continuato comunque a circolare legato ai ricambi del modello in questione.

Insomma, si chiude il primo tempo, per ora, ma è chiaro che la Ferrari non rinuncerà facilmente ad uno dei suoi nomi iconici, un appellativo che ha segnato la storia del motorsport, e della produzione con un modello che ha avuto successo anche nel cinema, immortalato nella serie Miami Vice negli anni ’80.