La Ferrari va forte e non solo in pista, come dimostrano i risultati del primo trimestre 2017, ma il Brand di Maranello vuole crescere ancora per portare nelle casse ancora più guadagni senza tuttavia andare ad influenzare l’immagine.

In che modo? Aumentando le vendite, fino a 10.000 vetture l’anno entro il 2020, come ha spiegato Sergio Marchionne durante una conference call. In particolare, a breve si vedranno gli effetti della nuova 812 Superfast, poi al Salone di Francoforte ci sarà il debutto di un nuovo modello che, come sempre, attirerà l’attenzione di appassionati ed addetti ai lavori.

Non ci sarà un secondo Marchio di sportive, come quello Dino, tanto paventato, mentre nel 2019 arriveranno le power unit ibride, al momento disponibili solamente su LaFerrari. Così, i V12 rimarranno in produzione insieme ai V8, e potrebbero entrare in gamma anche modelli meno estremi.

Il target principale è quello di migliorare i risultati nel mercato dell’area Asia-Pacifico e questo potrebbe essere possibile con l’arrivo di un modello completamente differente rispetto a quelli della gamma attuale. Ma attualmente c’è il massimo riserbo al riguardo.

Al momento tutti i riflettori sono puntati sulla F1, dove Vettel si trova al comando della Classifica Piloti con 13 punti di vantaggio su Hamilton, mentre nella graduatoria riservata ai costruttori, la Ferrari è solamente ad 1 punto di distanza dalla Mercedes.