Il museo dedicato alle vetture a marchio Ferrari, ha raggiunto un accordo significativo con un altro polo industriale, quello della Michelin, dedicato invece agli pneumatici. Adesso il gioco è fatto e il panorama espositivo risulta completo.Iniziative ed eventi saranno organizzati per fare in modo che i visitatori approfondiscano le tematiche più vicine al mondo automobilistico: dalle tecnologie di fabbricazione degli pneumatici, alle prestazioni che le gomme sono in grado di restituire su strada.

In realtà l’accordo a scopo culturale tra Ferrari e Michelin cela un altro accordo più importante dal punto di vista tecnico, tra le due aziende, finalizzato allo sviluppo delle vetture Granturismo.

Il polo museale che accoglierà all’interno delle sale espositive il materiale prodotto dalla Michelin è il Museo Ferrari di Maranello, una struttura in piedi dal 1989. I numeri ufficiali parlano di 200 mila visite in un anno di persone che arrivano da ogni parte del mondo per entrare nel vivo di una casa automobilistica storica.

Tra le macchine esposte anche la 125 S del 1947, la Dino e la F40. Interessante la parte del museo dedicata al tema del Gran Turismo. È qui che sono esposti i modelli più interessanti di vetture. Da novembre sarà presente nelle sale anche un totem interattivo per la presentazione della Michelin.