Nonostante la vittoria di Alonso la Ferrari sa di non essere al top, soprattutto sul versante della progettazione dove accusa dei ritardi dalle squadre migliori. In un certo senso la Farrari deve anche apprendere dalle retrovie. Ecco perché. 

A parlare della prossima monoposto che uscirà dai laboratori di Maranello a campionato avviato, è Autosprint, la nota rivista di automobilismo che spiega la volontà dei tecnici Ferrari di rendere la Rossa per certi versi simile alla Sauber.

Scherzosamente la prossima Ferrari è stata battezzata Ferrauber. La F2012 Evoluzione non è competitiva, per questo devono essere migliorate le trovate aerodinamiche. La Sauber ha mostrato di aver sfruttato la parte davanti alle ruote posteriori, una zona che i regolamenti non tengono in considerazione.

Ma il progetto Evoluzione apporterà delle modifiche sopratutto alla parte terminale, dove si collocano pance e scarichi. La prima versione della monoposto di Maranello ha adottato i terminali esterni. Adesso si va verso le pance sagomate che degradano verso il basso.

Molto stile Sauber. Nelle pance ci saranno i terminali di scarico. A livello aerodinamico si cerca di massimizzare l’effetto Coanda, recuperando un po’ del soffiaggio verso il diffusore.

Queste modifiche ambiscono a rendere la F2012 non solo più veloce ma anche più stabile. Starà poi ad Alonso e Massa, di replicare in pista i successi ottenuti in laboratorio.