La Ferrari avrebbe di che gioire, alla luce di quanto si è visto nelle libere di ieri, eppure dalle parti di Maranello sanno che è meglio rimanere con i piedi per terra. Dunque, sarà meglio concentrarsi sulle qualifiche e poi, in un secondo momento, sulla gara.

Infatti, Kimi Raikkonen, che sembra essere pronto anche per la lotta alla pole position, stempera gli entusiasmi, e con la sua calma serafica, ricorda a tutti che le prove libere sono state interrotte da una pioggia che ha rallentato le operazioni in pista.

Anche se poi, sotto sotto, anche lui rivela un filo di soddisfazione per il nuovo motore, quello per cui la squadra di Maranello ha speso tre gettoni di sviluppo, ma che adesso ha donato nuova verve alla SF15-T, consentendole di guardare da vicino le Mercedes.

“Il motore ha reso per quello che ci aspettavamo, va bene. Purtroppo il meteo ci ha disturbato, obbligandoci a modificare il nostro piano di lavoro”. Un piano che era iniziato nel migliore dei modi, visto che le due rosse erano entrambe davanti a Rosberg e non troppo lontane da Hamilton.

Comunque, per Iceman è troppo presto per valutare il gap, come svela nelle dichiarazioni successive: “non abbiamo girato abbastanza per trarre conclusioni, c’è ancora tanto lavoro da fare, ma per capire dove siamo dobbiamo aspettare domani e la gara”.

 Per cui non rimane altro da fare che attendere la tarda serata, quando le qualifiche del gran premio di formula 1 del Canada torneranno nuovamente ad infiammare il circuito di Montreal, con tutte le difficoltà del caso, visto che gli impianti frenanti sono estremamente sollecitati dalle continue frenate dovute alle molte ripartenze.

Ovviamente, per il bene del campionato, la speranza è quella di vedere delle Ferrari competitive, magari in prima fila, e non troppo lontane dalle Mercedes da pensare addirittura ad una vittoria in gara.

Ma solamente la pista fornirà le risposte alle nostre attese, e ci dirà se anche altre monoposto, come le Williams, potranno essere della partita.