Quando una Ferrari riceve la sigla GTO, acronimo di gran turismo omologata, diventa un’auto particolare, da collezione, e si carica di un fascino senza tempo. Inoltre, indossa un abito particolarmente sportivo, aggiunge ulteriore pepe alle sue prestazioni e diventa un oggetto per pochi, pochissimi estimatori.

Da quando è apparsa nel listino del Cavallino Rampante l’ultima GTO, basata sulla 599 a 12 cilindri, sono trascorsi 5 anni, quindi adesso, c’è grande attesa per la F12 GTO, che dovrebbe essere svelata a breve dalla Casa di Maranello.

La base, come si evince dal nome, è quella nobilissima della F12, un’auto particolare, unica nel suo genere, capace di coniugare un comfort di marcia inaspettato con prestazioni e dinamiche di guida degne delle migliori proposte del Brand in questione.

Ovviamente, sarà in serie limitata, anche se non è stato specificato ancora il numero di esemplari che verranno prodotti, per pochi, selezionatissimi clienti. Ma è chiaro che la F12 GTO avrà un sicuro futuro di stampo collezionistico.

Per mettere in garage il futuro gioiello Ferrari servirà una cifra di circa 322.000 euro, ma si acquisterà una vettura in grado di assicurare prestazioni a dir poco straordinarie. Infatti, l’accelerazione da 0 a 100 km/h avverrà in meno di 3 secondi: roba da dragster stradale!

Chiaramente, tanto potenziale velocistico deriva da un motore a dir poco poderoso. Non a caso il V12 da 6,3 litri sarà in grado di erogare una potenza stimata di 770 CV, ben 30 in più rispetto a quelli della F12 “convenzionale”.

Esteticamente, non sarà difficile distinguere la F12 GTO dalla sua sorella in listino; infatti, l’aerodinamica risulterà ancora più sofisticata, mentre non mancheranno riferimenti stilistici alla mitica GTO del 1962, come le prese d’aria nella parte posteriore delle vista laterale.

Insomma, la Ferrari continua a stupire per le sue creazioni sempre più particolari e raffinate e per via di modelli dalle prestazioni straordinarie.