Primi test a Jerez, primi km per le nuove vetture e prime dichiarazioni per Fernando Alonso, che, intervistato dalla Cnn, parla di obiettivi, auspici, sensazioni e molto altro.

Come riportato anche dalla Gazzetta dello Sport (cliccando qui, potrete leggerne l’articolo), lo spagnolo promette subito battaglia, in vista della prossima stagione in F1: «Due titoli iridati sono più di quanto potessi sognare, ma non mi bastano: ho fame di successi».

Non sono sufficienti, quindi, i due titoli ottenuti a bordo della Renault (nel 2005 e nel 2006), con la convinzione, però, che per vincerne un altro, ci sarà da superare una dura concorrenza, anche interna: «Kimi (Raikkonen) è un grande talento e questo rappresenta un aiuto ed una motivazione per me e per il team. La squadra sa che deve sviluppare una buona macchina ed io devo dare il meglio, altrimenti non riuscirò a stare davanti a Kimi».

Dopo i primi test, però, qualche segnale incoraggiante è arrivato: «Stiamo scoprendo ogni giorno nuove cose sulla macchina, nuove possibilità da sfruttare, quindi penso che il potenziale ci sia. Dalla macchina sono arrivati alcuni buoni segnali e la filosofia con cui è stata progettata la stiamo riscontrando nei dati. Quindi non c’è nessun motivo per essere pessimisti, ma c’è solo un sacco di lavoro da fare».

Infine, Alonso ci tiene ad esprimere un pensiero per Michael Schumacher: «Siamo ancora tutti sotto shock. Speriamo ogni giorno di ricevere qualche buona notizia dall’ospedale. Tutti i piloti hanno grande rispetto per lui: era il nostro punto di riferimento fin da quando eravamo piloti di kart».

photo credit: f1photos.org via photopin cc

Kimi RäikkönenWikipedia: Kimi-Matias Räikkönen (born 17 October 1979) is a Finnish racing driver.