Aspettando che vengano tolti i veli alla F138, la Ferrari ha ricevuto la visita dell’assoluto protagonista del 2013: Alex Zanardi. L’uomo-simbolo delle Paralimpiadi di Londra 2012 ha fatto tappa agli stabilimenti dell’azienda di Maranello per incontrare l’amico Stefano Domenicali (foto publieditor.it).

Il plurimedagliato dei Giochi londinesi è stato accolto con calore dai meccanici impegnati nelle ultime fasi di assemblaggio della vettura che quest’anno prenderà parte al Mondiale di Formula 1: “Per me è stata una serata davvero emozionante! – ha detto Alex al sito ufficiale Ferrari – La cosa che mi ha colpito di più quando sono entrato nel reparto dove stavano montando la nuova vettura è l’odore, lo stesso che sentivo quando andavo nella sede del team di Chip Ganassi, in America: anche lì la macchina era rossa, certo non si trattava di una Ferrari! Con tanti ragazzi che lavorano nella Scuderia ci conosciamo da tempo ma per me è stata la prima volta a Maranello ed è stata una bellissima esperienza: finalmente ho potuto dire di aver toccato con le mie mani una Rossa!”. 

Il campione emiliano sottolinea il calore che ha trovato nei reparti del Cavallino Rampante: “E’ vero che ormai le squadre più importanti hanno delle dimensioni molto rilevanti, come una vera media azienda, ma alla Ferrari ho visto ancora quella passione per il lavoro che può venire soltanto da persone che amano le corse. Poi, se ripenso a quanto erano buoni tortellini e culatello, allora potete capire che la serata si è chiusa davvero in bellezza, senza alcun rimpianto per aver infranto le regole della dieta”. Una foto ricordo che arricchisce la storia della scuderia di Maranello.