La Ferrari continua ad affrontare con successo i test di Jerez, e nel terzo giorno la SF15-T ha ben figurato anche nelle mani di Kimi Raikkonen. Iceman ha completato 92 tornate, facendo segnare il secondo miglior giro cronometrato di giornata in 1’21”750, dietro al sorprendente Nasr con la Sauber C34.

L’aspetto interessante è che la Ferrari, a differenza della Sauber, non è dovuta ricorrere alle gomme con mescola morbida per fare il tempo, ma ha girato con pneumatici a mescola media, e questo la dice lunga sulle potenzialità della SF15-T.

Da segnalare che la terza giornata di test a Jerez ha visto nuovamente la Mercedes in gran spolvero, capace di effettuare ben 151 giri, segno che le frecce d’argento mirano a migliorare l’unico punto debole dello scorso anno: l’affidabilità.

Tempi duri per la McLaren-Honda, capace di percorrere appena 32 giri con Alonso, e per la Red Bull, che ha compiuto 48 giri ed è stata costretta a sostituire la power unit di Ricciardo.

Un accenno alla Williams che non ha spinto più di tanto, Massa nei suoi 71 giri ha fermato il cronometro in 1’22”276 utilizzando gomme morbide, dando la sensazione di voler nascondere un potenziale decisamente valido per puntare alle zone alte della classifica.