Le Ferrari non hanno certo bisogno di presentazioni, sono auto dalla storia leggendaria, tecnicamente raffinate e dal fascino inarrivabile, se poi appartengono a delle serie speciali, prodotte in numero limitato, diventano ancora più esclusive ed il loro costo con il tempo può letteralmente lievitare.

Ne sanno qualcosa i partecipanti dell’asta di RM Auctions che si è tenuta a Monterey, in California, durante la quale è stata venduta la Ferrari Enzo appartenuta a Papa Giovanni Paolo II. Ebbene, la rossa in questione è stata ceduta per 6 milioni e cinquantamila dollari, quasi 5,5 milioni di euro.

Un’enormità se si pensa che la Enzo costava, al momento della sua presentazione, circa 660.000 euro. Una cifra più accettabile se si ragiona sul fatto che la vettura è la numero 400 prodotta, vale a dire l’ultima della serie.

Ma non è tutto, il bolide di Maranello è praticamente nuovo, ha percorso solamente 180 chilometri, ma il Papa non l’ha mai utilizzata, infatti gli venne donata per una raccolta fondi benefica a favore delle popolazioni dello Sri Lanka vittime dello tsunami del 2005.

All’ora fu battuta all’asta per 950.000 euro, adesso, dopo 10 anni, il suo valore ha raggiunto quasi i 5,5 milioni di euro. Un vero affare per chi se l’aggiudicò allora, una scommessa per il futuro per il proprietario attuale, che sa di aver messo in garage una vettura decisamente carica di storia.

L’auto, ovviamente, è in condizioni pari al nuovo, dato il basso chilometraggio, ed i 660 CV del suo V12 sono ancora scalpitanti anche se, visto il valore di mercato del mezzo in questione, difficilmente verranno scaricati in pista. Ma, volendo, la Enzo numero 400 sarebbe abile ed arruolata tra i cordoli.

Insomma, una Ferrari all’asta fa sempre notizia, e le cifre raggiunte  dall’altra parte dell’oceano spesso superano anche le più rosee previsioni. Vedremo se in futuro altre vetture del Cavallino Rampante dell’era moderna riceveranno delle valutazioni più alte di questa Enzo dalla storia “sacra”.