Il rilancio in F1, il fascino senza tempo delle sue vetture, e la curiosità irresistibile dei nuovi modelli in arrivo, rendono la Ferrari una realtà unica nel suo genere, carica di un fascino inarrivabile. Per questo, l’attesa della nuova 488 GTS mette in fermento gli appassionati del Cavallino Rampante.

La vettura è, attualmente, in fase di collaudo, come dimostrano i muletti che circolano sulle strade con le opportune camuffature, ma, in base a delle indiscrezioni che sarebbero trapelate oltre i cancelli di Maranello, potrebbe debuttare al prossimo salone di Francoforte, previsto nel mese di settembre.

In questo modo, andrebbe a ripercorrere le tappe della sua progenitrice, ovvero di quell’auto indimenticabile che risponde al nome di 458 Spider. Ma chiaramente, si attende l’ufficializzazione della cosa, perché al momento, non c’è assoluta certezza, anche se i tempi sono maturi.

Al recente salone di Ginevra, d’altronde, aveva fatto il suo debutto in società la sorella chiusa, ovvero la 488 GTB, che ha portato a battesimo la novità sostanziale dell’erede della 458: il motore turbo. Infatti, anche la 488 GTS potrà contare sulla stessa motorizzazione del modello con tetto fisso. Si tratta di un V8 biturbo da 3,9 litri, montato in posizione centrale e capace di erogare la bellezza di 670 CV e 760 Nm di coppia massima.

Anche le prestazioni della GTS, sigla che sta per Gran Turismo Spider, dovrebbero ricalcare quelle della 488 GTB, quindi questa Ferrari non dovrebbe essere poi tanto inferiore alla variante chiusa sia nello scatto da 0 a 100 km/h, bruciato dalla coupè in appena 3 secondi, che nella velocità massima dichiarata di 330 km/h.

Chiaramente, la 488 GTS sarà il preludio alla variante cattiva, attesa in un secondo tempo, della vettura di Maranello, quella che nella linea 458 era identificata con la sigla Scuderia. Ebbene, quest’ultima dovrebbe arrivare in un momento successivo, non prima, comunque, del 2017.