Si chiama Ferrari 488 GTB ed è la nuova supercar del Cavallino Rampante. Quarant’anni dopo l’inaugurazione del primo modello V8, la 308 GTB, a Maranello si apre un nuovo capitolo della storia a otto cilindri. La Ferrari 488 GTB si pone, infatti, l’obiettivo di offrire prestazioni da pista e divertimento su strada anche ai guidatori di tutti i giorni. Nasce dall’esperienza della Ferrari in F1 e nel WEC, dove la 458 GT detiene il titolo di campione del mondo e ha vinto la categoria nelle ultime due edizioni della 24 Ore di Le Mans. Il nuovo modello sfrutta anche tutta l’esperienza raccolta negli ultimi 10 anni grazie al programma XX, con vetture estreme guidate dai gentleman-driver. Il cuore della Ferrari 488 GTB è il nuovo motore V8 turbo da 3902 cc che si annuncia ai vertici in termini di potenza, coppia e tempi di risposta: eroga infatti la bellezza di 670 CV a 8.000 giri/min con una coppia massima di 760 Nm in settima marcia, un tempo di risposta di 0,8 secondi a 2000 giri/min.

Ferrari 488 GTB,0-100 km/h in 3 secondi

Dati che consentono un’accelerazione 0-100 km/h in soli 3 secondi e un tempo sul giro a Fiorano di 1’23”. Prestazioni notevoli se si pensa che per andare da 0 a 200 km/h la nuova Ferrari 488 GTB impiega 8,3 secondi, contro i 9”9 della Lamborghini Huracàn. Il cambio utilizza il Variable Torque Management che eroga la coppia in modo crescente e continuo mentre il controllo elettronico evoluto dell’angolo di assetto (Side Slip Control 2 – SSC2) viene descritto da Ferrari come più preciso e meno invasivo per una maggiore accelerazione longitudinale in uscita dalle curve. L’SSC2 dispone del controllo di trazione F1-trac, il differenziale elettronico E-diff e anche dello smorzamento degli ammortizzatori attivi. Un contributo fondamentale alle prestazioni della Ferrari 488 GTB è dato dall’aerodinamica che con un’efficienza di 1,67 stabilisce il nuovo record per una Ferrari di serie con il carico aerodinamico aumenta del 50% rispetto al modello precedente. Obiettivo raggiunto grazie agli elementi innovativi tra cui lo spoiler anteriore doppio, le prese d’aria laterali “base bleed” e al retrotreno l’aerodinamica attiva insieme allo spoiler soffiato.

Ferrari 488 GTB evoluzione della 458 Italia?

A livello di design, la Ferrari 488 GTB può essere considerata come un’evoluzione della Ferrari 458 Italia. Le differenze sono comunque sostanziali come dimostra la “sgusciata” sulle fiancate che ricorda proprio la 308 GTB e anche le soluzioni aerodinamiche anteriori e posteriori sono cambiate. Il frontale ospita un ampio alettone con profili sovrapposti per migliorare l’efficienza termica dei radiatori posizionati ai lati. Nuovo il disegno dei fanali LED sia all’anteriore che al posteriore. Sulla coda larga e bassa dominano le soluzioni aerodinamiche, con l’innovativo spoiler che genera carico verticale senza aumentare la resistenza, associato ad un diffusore aggressivo, disegnato intorno ai due scarichi rialzati. Ridisegnato anche l’abitacolo, che evolve il concetto di cockpit attorno al volante, con i comandi a satellite cuciti attorno al pilota in nome di un’atmosfera di sportività estrema senza sacrificare il comfort. Integrata anche la funzione keyless start. La Ferrari 488 GTB farà il suo debutto mondiale al Salone di Ginevra.

Foto sito ufficiale Ferrari