Non poteva certo mancare, Luca di Montezemolo, all’esclusivo happening di Francoforte di tutta l’aristocrazia automobilistica del globo, occasione per presentare in anteprima mondiale la nuovissima Ferrari 458 Speciale (foto by InfoPhoto) e per annunciare il prossimo piano quinquennale di Maranello:

Nei prossimi cinque anni, Ferrari investirà 2 miliardi di euro, contro l’1,4 miliardi investiti nel quinquennio precedente. Queste cifre non comprendono gli investimenti in Formula Uno, i cui successi tecnologici sono tuttavia trasferiti anche nei nostri modelli stradali, com’è accaduto anche per la vettura che presentiamo  oggi

Montezemolo ha anche annunciato l’apertura di due nuovi showroom, uno a Baku e uno a Casablanca. Un aumento degli investimenti che non troverà corrispondenza in un analogo aumento produttivo: nel prossimo biennio, infatti, verranno prodotte non più di 7mila vetture all’anno, contro le 7mila e 300 dello scorso anno. Questo per non mettere in pericolo l’esclusività e la forza del marchio, “che è la cosa che più ci sta a cuore”.

Naturalmente, il presidente del Cavallino non poteva esimersi da qualche battuta sul Gran Premio di Monza e sul futuro della lineup della rossa.

I tifosi a Monza sono stati straordinari, ma qualche fischio a Sebastian Vettel se lo potevano risparmiare. Non mi sta bene vedere una Ferrari che non è in grado di vincere a Monza. Deve esserci uno sforzo enorme da parte di tutti, dobbiamo avere una macchina competitiva. Comunque guardiamo avanti, non dobbiamo mollare e lottare fino all’ultimo chilometro. Il prossimo pilota? Ho un appuntamento a cena questa sera con un pilota, spero di convincerlo a dare la sua disponibilità. Si chiama Michael Schumacher… Scherzi a parte, quando ci saranno novità ve lo diremo”.