Una Ferrari 250 LM Coupé venduta a 17,6 milioni di dollari. E’ questa la cifra record raggiunta da una vettura di Maranello al 65° Concorso d’Eleganza a Pebble Beach. A dominare la scena in California è stata come di consueto la Ferrari. La schiera di concorrenti sull’erba del Concours era altrettanto spettacolare con oltre 40 rosse presenti nelle quattro classi speciali riservate alla marca ospite d’onore di questa edizioni: Ferrari Grand Touring, Ferrari Competition, Ferrari alle gare di Pebble Beach e Ferrari Preservation.

Come la tradizione impone, tante Ferrari del passato e del presente hanno incontrato il favore del pubblico fin dal momento del First Tee, all’arrivo sul prato di Pebble Beach. A catturare l’attenzione dei presenti c’era soprattutto una California T nella sua livrea Tailor Made in esemplare unico, il Rosso Ferrari 53; al suo fianco spiccava una F12 berlinetta in argento Nurburgring mentre la star più attesa di quest’anno alla Monterey Car Week, la 488 GTB, era vestita in Giallo Modena. A queste vetture facevano da cornice, su un palco adiacente, la Sergio, prodotta in pochissimi esemplari e tributo al maestro del design Sergio Pininfarina, e la 575 MM Scaglietti Coupé del 1954, vincitrice del premio Best in Show dello scorso anno.

Alle aste i prezzi che hanno raggiunto le vetture di Maranello hanno continuato la loro ormai abituale scalata. Tre vetture delle cinque battute per le cifre più alte sono Ferrari, con la classifica che è dominata dalla 250 LM Coupé del 1964 venduta da RM Sotheby’s per 17,6 milioni di dollari. Il premio Best in Show in questa edizione è andato ad una Isotta Fraschini Tipo 8° del 1924, una gloriosa e antica vettura per un premio altrettanto glorioso. Una McLaren F1 aggiornata è stata venduta a 13.750.000 dollari mentre l’ultima Ferrari Enzo ha raggiunto i 6.050.000 dollari. Seguono Bugatti Veyron, venduta a 1.815.000 dollari, e la 1.018 Koenigsegg CCXR da 1.018 CV, aggiudicata per 825.000 dollari.