Fernando Alonso pensa già al 2013, ben consapevole che riportare il Mondiale alla Ferrari sarà tutt’altro che facile. Il pilota asturiano, intervenuto mercoledì a Madrid in un evento organizzato dal Banco Santander, è soddisfatto del suo campionato ma la rossa deve ancora crescere: “E’ stato un anno perfetto e difficilmente ripetibile ma il 2013 dovrà essere ancora migliore. Cominciare peggio di quanto fatto quest’anno sarà impossibile anche se sicuramente la Red Bull sarà la favorita. Ha chiuso dominando e le regole saranno più o meno le stesse. Negli ultimi Gran Premi ci hanno dato 6-8 decimi a giro, dovremo recuperare questo gap in due mesi, cosa non facile ma il punto di partenza dovrebbe essere di gran lunga migliore rispetto all’ultima stagione”.

Alonso (foto by InfoPhoto) torna sulla richiesta di chiarimenti della rossa per il sorpasso di Sebastian Vettel a Interlagos: “La decisione di chiedere una spiegazione sulla bandiera gialla era quasi obbligatoria per rispetto di tutti i tifosi della Ferrari che volevano venisse fatta chiarezza. La Fia ha risposto che in quell’occasione c’era la bandiera verde per cui tutti sono tranquilli, la decisione era giusta e caso chiuso. Vettel è il giusto campione, ha fatto più punti degli altri, è sotto gli occhi di tutti”.

La complessità delle regole che caratterizza il campionato deve diventare un vantaggio: “Ci sono stati diversi episodi in cui le altre scuderie sono state al limite, noi no, ma questo è sempre successo e sempre succederà. Anche noi, però, dobbiamo pensare entro i confini del regolamento cercando qualche limite, qualche lacuna, come fanno altre squadre, per cercare di migliorare le prestazioni”.

Paolo Sperati  @Facebook @Twitter