Daniel Ricciardo è il più veloce nel secondo giorno di test a Silverstone. L’australiano firma il miglior tempo con la Toro Rosso per poi salire sulla Red Bull di Mark Webber nel pomeriggio. Con il crono di 1’32″972, Ricciardo ha staccato di solo 44 millesimi l’emergente Carlos Sainz jr., figlio del celebre campione di rally. In terza piazza c’è ancora l’australiano, stavolta con la monoposto di Webber con la quale rimedia un paio di decimi.

Ottimo il quarto tempo di Davide Valsecchi, al volante della Lotus, che dopo 91 passaggi si ferma a +0.582 mentre Davide Rigon con la Ferrari si piazza ottavo dopo 97 giri. Due italiani in F1 non si vedevano da tempo. Assente (in)giustificato Fernando Alonso che su twitter spiega le ragioni del forfait. Per l’asturiano non vale la pena andare in Inghilterra visto che non si possono provare nuove componenti aerodinamiche.

I tweet a Contador impegnato nel Tour de France lasciano immaginare che ci siano anche altri motivazioni dietro la scelta dell’asturiano. Stessa scelta per Raikkonen mentre Vettel sarà in pista oggi insieme a Felipe Massa. In Ungheria vedremo chi, tra i big, avrà fatto la scelta migliore.

I tempi della seconda giornata:

1. Daniel Ricciardo Toro Rosso 1’32″972 48
2. Carlos Sainz Jr. Toro Rosso 1’33″016 39
3. Daniel Ricciardo Red Bull 1’33″187 59
4. Davide Valsecchi Lotus 1’33″554 91
5. Oliver Turvey McLaren 1’33″864 97
6. James Calado Force India 1’33″957 47
7. Antonio Felix da Costa Red Bull 1’33″958 19
8. Davide Rigon Ferrari 1’34″053 97
9. Pastor Maldonado Williams 1’34″116 71
10. Nico Hulkenberg Sauber 1’34″224 52
11. Daniel Juncadella Williams 1’34″631 33
12. Robin Frijns Sauber 1’34″731 17
13. Will Stevens Caterham 1’36″082 98
14. Paul di Resta Force India 1’36″356 41
15. Rodolfo Gonzalez Marussia 1’37″949 92

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI:

Ecclestone incriminato per corruzione

Vettel vince in casa. Il Nurburgring è suo.

La gomma di Webber colpisce un cameraman! Il VIDEO!

Pirelli resta fornitore unico di gomme

Mercedes gate: una dolce carezza della Fia