Non inizia sotto il miglior auspicio per Pirelli la stagione 2014 di F1. Dopo le gomme esplose nella scorsa stagione (CLICCA QUI PER TUTTI GLI ALTRI PRECEDENTI) un altro pericoloso incidente si è verificato durante l’ultima giornata di test in Bahrain. Sulla pista di Sakhir il pneumatico Nico Rosberg (foto by InfoPhoto) è scoppiata in rettilineo a 320 km/h. Per ora non c’è nessuna comunicazione ufficiale in merito all’incidente. L’unica notizia è arrivata da un tweet del pilota tedesco che ha fatto trasparire tutta la sua paura prima che lo stesso tweet venisse eliminato dal social network (che riportiamo grazie alla tempestività dei colleghi di TIO). Un’ulteriore conferma di quella sorta di ‘censura’ sui social network imposta ai piloti (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU‘).

Nico Rosberg

Nico Rosberg

Tra le certezze c’è la scelta fatta dalla Mercedes che ha deciso di concludere in anticipo i test, una decisione presa dal team tedesco è più di un indizio. Pirelli, già nel mirino di diversi piloti e team (CLICCA QUI PER APPROFONDIMENTI), riporta così alla luce il problema degli inconvenienti relativi ai pneumatici e manifestatosi nel campionato appena concluso. C’è da sottolineare che le gomme non erano marchiate e senza sapere che tipo di mescole hanno montato in modo da dare le migliori indicazioni al costruttore di pneumatici che, in base ai dati raccolti, deciderà le migliori mescole possibili in vista del Mondiale. L’auspicio è che con le nuove coperture Pirelli riesca a risolvere definitivamente il problema facendo dormire sonni più tranquilli ai piloti.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Test concessi per migliorare le gomme

Silverstone: le gomme scoppiano come palloncini

Pirelli resta fornitore unico

Mercedes gate: una dolce carezza della Fia