Il titolo mondiale resta lontano ma la speranza resta l’ultima a morire. Fernando Alonso limita i danni nel Gran Premio degli Stati Uniti conquistando un altro podio e restando in corsa per l’iride. Ora sono 13 i punti di distacco dell’asturiano da Sebastian Vettel.

Ad Austin vince un irresistibile Lewis Hamilton davanti al tedesco della Red Bull. Il pilota della Ferrari, dopo la pessima qualifica, parte alla grande recuperando subito tre posizioni. Un’agevolazione favorita anche dalla scuderia di Maranello che aveva deciso di far penalizzare di cinque posizioni Felipe Massa, sesto, obbligandolo alla sostituzione del cambio.

Hamilton, partito secondo, non perde colpi e a 14 giri dal termine stacca la Red Bull. Webber, con l’altra monoposto della scuderia austriaca, si ritira per un problema tecnico. Massa compie una splendida rimonta chiudendo ai piedi del podio davanti alla McLaren di Button. Tra una settimana si assegna il Mondiale a Interlagos. I tifosi della rossa sognano ancora.

photo credit: Two Big Paws via photopin cc