Che tra la Ferrari e Fernando Alonso non ci sia più un rapporto idilliaco è facile immaginarlo. Quel botta e risposta col presidente Montezemolo e le frecciatine dello spagnolo alla squadra sono conferme di un legame incrinato. Ma con Raikkonen al posto di Massa, l’asturiano rimarrà a Maranello anche nel 2014 ma quella potrebbe essere la sua ultima stagione in rosso.

Il duello con l’imprendibile Sebastian Vettel ha lasciato il segno nell’animo di Alonso (foto by InfoPhoto) che vive un malessere da un po’ di tempo: “Se qualcuno arrivasse oggi in Formula 1 e gli dicessero che la monoposto rossa con il casco blu è in lotta per il Mondiale ed è ancora seconda in classifica, risponderebbe: non è vero, è un miracolo” ha confessato ad Autosport. Secondo il quotidiano Marca il clamoroso divorzio a fine 2014 è un’ipotesi da considerare serL’anno prossimo cambieranno i regolamenti e i valori in campo potrebbero mutare in maniera repentina. Ma quel che è certo che un ‘calvario’ del genere Alonso non lo vuole più ripetere.

Se si dovessero ripetere i deludenti risultati del 2013 pilota iberico, nonostante il contatto fino al 2016, lascerebbe Maranello. Destinazione papabile la McLaren che dal 2015 avrà di nuovo motori Honda. Le parole di Martin Whitmarsh, team principal della scuderia di Woking, lasciano presagire qualcosa: “Abbiamo una solidità economica notevole e il nuovo accordo con Honda ci mette in una posizione di forza”. Tradotto: vogliamo tornare protagonisti e siamo pronti a ingaggiare i piloti più forti e più costosi. Con Vettel blindato alla Red Bull, il migliore sulla piazza è certamente Alonso. Se la Ferrari non dovesse ritrovare competitività, le valigie di Nando sarebbero già pronte.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

GP di Corea: succede di tutto ma vince Vettel

Tutte le FOTO del GP di Corea

Video: la jeep lanciata in pista dagli organizzatori

Paddock girls: fotogallery delle bellezze del circus

La classifica piloti e costruttori