Fernando Alonso solo ottavo a Spa (QUI IL LIVE DELLA GARA). Stavolta nessun guasto tecnico ma un semplice errore umano: a due minuti da giro di ricognizione, la batteria esterna che serve a dare corrente alla sua Ferrari si è scaricata. E i meccanici avevano già portato via quella di riserva. Tempo di tornare sullo schieramento per riavviarla che le auto davanti erano già partite.

In automatico la penalità di cinque secondi che ha compromesso le strategie della rossa: “Senza il problema prima del via, Alonso avrebbe centrato un podio che alla vigilia di Spa non potevamo aspettarci - spiega il team principal Mattiacci -. A ogni gara ci sforziamo di portare novità per migliorare la macchina ma poi conta il fattore umano. Se facciamo certi errori, non riusciremo a cogliere i risultati. Non c’è stata sufficiente attenzione, proprio ora che servirebbe cinismo. Abbiamo perso una grande occasione”.

Il quarto posto di Raikkonen, primo risultato positivo del finlandese, non salva il weekend di Maranello: “Kimi è un grande pilota e lo ha dimostrato rimontando dall’ottavo posto” ha detto Mattiacci. Peccato solo che Bottas gli soffi il podio a 4 giri dalla fine: “Per la prima volta ho avuto una gara pulita, senza guai, ma io sono qui per vincere” ha ammesso Raikkonen. Più laconico il commento di Alonso (foto by InfoPhoto): “Nonostante i problemi di velocità e al Kers con il flusso di carburante saremmo comunque arrivati sul podio senza la penalità che ha rovinato la mia gara. Monza sarà un’altra pista difficile, ma dobbiamo pensare positivo”.

LEGGI ANCHE

F1 Spa 2014: Alonso realista “Vincere? Dobbiamo limitare i danni”

F1 Spa 2014: nelle Ardenne la seconda casa di Schumi e Raikkonen

Marco Mattiacci Ferrari: promessa social “Adotteremo strategie aggressive”