In una sorta di competizione nella competizione, perché oramai tutta la stagione di F1 gira intorno alla scuderia Mercedes, la risposta di Lewis Hamilton al collega-rivale Nico Rosberg non si è fatta attendere: pole a Suzuka per il tedesco, pole a Sochi (con il GP di Russia al suo debutto assoluto) per il britannico con la partita ancora a vantaggio di Rosberg che conduce per otto pole a sette. Ma naturalmente quello che conta è il comportamento dei piloti domani attesi in pista alle 13:00 (orario nostro), banco di prova che può risultare decisivo per la volata al titolo a 4 gare dalla conclusione del Mondiale (QUI LA GRIGLIA DI PARTENZA).

Il circuito di Sochi alla sua prima apparizione nel circo della F1 però non lesina certo sorprese, così Felipe Massa nel Q1 a causa – si ipotizza – di un problema del sensore di pressione che regola il flusso di benzina nel percorso che lo conduce al motore con conseguente perdita di potenza, rimane fuori dalle qualifiche importanti rimanendo relegato alla 18a posizione. Altra grande esclusione eccellente dalle prime cinque file quella di Vettel che partirà 11° dalla griglia visto che nel Q2 non riesce a oltrepassare il decimo tempo di Vergne denunciando un cattivo feeling con la vettura e una difficoltà oggettiva delle Red Bull sul tracciato di Sochi: anche Ricciardo, settimo, non riesce a brillare.

Tocca a Bottas riscattare le Williams con l’ottimo terzo tempo e il finlandese che sembra poter tenere il passo delle Mercedes. Molto bene anche le McLaren a Sochi, lo si era visto dalle prime libere, con Button e Magnussen rispettivamente quarto e sesto. Menzione d’onore per il pilota di casa Kvyat (il prossimo anno correrà con le Red Bull affiancando Ricciardo) che con la sua Toro Rosso conquista sorprendentemente la quinta posizione. Ennesima deludente prestazione invece per quanto riguarda le Ferrari di Alonso e Raikkonen, ottavo e nono, che mostrano ancora problemi di passo: troppo lente per essere competitive.

LEGGI ANCHE

F1 Sochi 2014 libere: ancora Hamilton il più veloce, Alonso terzo

Alonso alla McLaren: per Niki Lauda c’è già la firma

Jules Bianchi condizioni: fiato sospeso per il giovane pilota