Fermare Sebastian Vettel appare utopistico. Ma dopo la pole di Singapore da parte del campione del mondo i rivali nutrono qualche speranza di fermare la sua corsa. A partire da Fernando Alonso (foto by InfoPhoto) che nonostante il secondo rimediato in qualifica e il settimo posto in griglia crede ancora nella remuntada: “Se domani facciamo una bella partenza e una bella strategia e i nostri rivali hanno dei problemi, questo può diventare un buon weekend. Oggi è solo sabato, dobbiamo essere positivi per domani. Faccio i complimenti ai nostri tecnici, se le cose non sono andate bene non è stato per mancanza di lavoro. Si lavora giorno e notte per portare pezzi nuovi e quelli portati qui hanno funzionato bene ma avendo un deficit di partenza di 7-8 decimi non si vede. Ma il lavoro da parte di tutti è stato super, solo che i nostri rivali non restano a guardare la tv tra un Gran Premio e un altro”. 

Vettel è consapevole della sua forza ma sa che la gara di Marina Bay nasconde qualche insidia: “La macchina è stata fenomenale per tutto il weekend ma quella di domani sarà una delle corse più difficili, tra le più dure sia dal punto di vista fisico che mentale. Il giro è molto lungo, ci sono molte curve e non ci sono margini per fare errori. Siamo tutti vicini e non bisogna dimenticare che c’è caldo e molta umidità”. A fermarlo ci proverà senza dubbio anche Nico Rosberg che nutre fiducia per la gara: “Purtroppo Sebastian è stato veramente veloce per tutto il weekend ma ci sono arrivato molto vicino, visto l’azzardo che hanno preso potevo anche farcela. E’ una bella posizione per partire domani, anche perché sono sicuro del mio passo gara, sembra essere messo bene”.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI:

Dall’Inghilterra: Alonso tornerà alla McLaren

Massa attacca la Ferrari

Raikkonen alla rossa per proteggersi da Alonso