Pirelli resterà fornitore unico in Formula 1 per le prossime stagioni. Dopo la rivelazione di Ecclestone nei giorni scorsi (che parlava di un triennale tra FOM e la casa milanese), arriva una prima conferma dal responsabile motorsport del colosso di pneumatici. Alla Gazzetta dello Sport, Paul Hembery lo ha ammesso senza troppi giri di parole: “Abbiamo firmato l’accordo con la stragrande maggioranza delle scuderie ed entro due settimane dovremmo completare i contratti. Insomma restiamo ancora in F1″.

Alle accuse di alcuni piloti sulla tenuta delle gomme e il Mercedes gate che ha portato al ‘processo di Parigi’, arriva una boccata d’ossigeno per Pirelli (foto by InfoPhoto). Anche se Hembery continua a ribadire che servono più test: “Per poter sviluppare in maniera adeguata i nostri prodotti dobbiamo provare e dobbiamo farlo con macchine più rappresentative rispetto alla nostra Lotus che è un’auto da museo. Specialmente l’anno prossimo con l’avvento del motore turbo”. 

Dal 2014 saranno ammesse più sessioni di prova durante il campionato. Una novità che ovviamente felice anche Pirelli: “Un’altra buona notizia. Soprattutto se si proverà nei Paesi caldi così arriveremo alla prima gara meglio preparati”. Accantonate, salvo sorprese, le gomme in Kevlar provate in Canada dai team ne verranno testate di nuove nel prossimo GP: “A Silverstone faremo provare un prototipo di gomma dura già testato in Spagna e che presenta una durata maggiore”.

Rispedite al mittente le proteste espresse da Lotus sulle coperture a mescola più dura. Hembery tiene a precisare che non esistono favoritismi nei confronti di Red Bull e Mercedes le cui monoposto sono più propense a consumare le gomme: “No perché queste vetture restano comunque aggressive con gli pneumatici. Non dimentichiamoci che le macchine sono più veloci di quello che si ipotizzava a inizio stagione e che le nostre mescole sono più aggressive rispetto al 2012. Il nostro obiettivo è quello di avere non più di 2-3 pit-stop. Ci siamo mossi in questa direzione”.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Alonso a Mediaset: “La famiglia prima di ogni cosa”

Mercedes gate: una dolce carezza della Fia

Protesta in Brasile: Massa con i manifestanti

Nuovo regolamento: test concessi, ha vinto la Ferrari

F1 Canada 2013: muore commissario in pista

Gara: successo di Vettel davanti ad Alonso

Caos gomme: Ferrari assolta, Mercedes a processo

Montecarlo: successo di Rosberg tra le polemiche