L’ha detto anche Jarno Trulli, i test servono alle squadre per studiarsi e per carpire i segreti dei team avversari. Ecco perché a Jerez ci sono stati degli exploit ma poi tutti osservavano i soliti noti o meglio le loro monoposto. Il trucco, quest’anno, è tutto negli scarichiA Silverstone, nel 2011, la Fia ha provato ad anticipare qualcosa sulla modifica degli scarichi. A Jerez, invece, ci si aspettava già di vedere tutte le nuove monoposto. In realtà la maggior parte dei team ha svelato qualcosa sulle vetture del 2012, ma ci sono state anche squadre come la Mercedes o la Hrt che sono scese in campo con le macchine vecchie.

Di fatto, durante le presentazioni, è stato rilevato soprattutto il brutto musetto che tutte le vetture avranno, ma pochi hanno poi approfondito il tema scarichi su cui si concentrano le novità.

Il regolamento vuole che non ci siano più i cosiddetti scarichi soffiati che creano deportanza alla vettura facendola andare più veloce con qualche problema di sicurezza in più.

Il regolamento Fia, impone dal 2012 che gli scarichi fuoriescano dalla pancia delle macchine e non dal fondo. I terminali di scarico, poi dovranno essere visibili di almeno 10 centimetri.

Con queste modifiche i gas di scarico soffiano a 400 km orari circa.