Prende corpo la stagione di F1 2015, e intanto è stato definito il calendario che vede il numero dei gran premi fissato a 20 con l’esclusione della gara coreana. Infatti, dopo le voci dei giorni scorsi, il GP di Corea è stato cancellato, o almeno non compare nella lista pubblicata sul sito della FIA.

Evidentemente, le difficoltà economiche hanno rappresentato un ostacolo insormontabile per gli organizzatori, che potranno lavorare durante l’anno al fine di riportare la tappa coreana nel calendario della massima formula entro il 2016.

I motori si scalderanno per la prima volta in Australia, il 15 marzo, quando si correrà il GP di Melbourne, mentre l’arrivo in Europa coincide con la gara di Barcellona, il 10 maggio, e l’appuntamento italiano sulla velocissima pista di Monza è stato fissato per il 6 settembre.

L’11 ottobre sarà la volta della Russia, mentre il 25 dello stesso mese il circus iridato tornerà in America, precisamente ad Austin, ed infine, il sipario calerà con l’appuntamento di Yas Marina fissato per il 29 novembre.

La speranza è che il campionato abbia più protagonisti delle stagioni passate e che si arrivi all’ultima gara con più pretendenti alla vittoria finale, ma tutto dipenderà da come le altre squadre sapranno reagire all’attuale supremazia Mercedes.