Quasi 4 miliardi di euro. E’ il valore del brand del Gran Premio d’Italia di Monza, stimato in 3,8 miliardi a cui si aggiunge un indotto diretto ‘turistico’ di 28,5 milioni. Lo afferma una ricerca della Camera di commercio di Monza e Brianza, basata sulla conoscenza e attrattività della manifestazione a livello nazionale e internazionale, flussi turistici e rilancio della competitività economica del territorio (imprese, indice di apertura commerciale, Pil).

F1 Monza 2014: tutte le attività per il GP d’Italia

I prezzi del GP d’Italia

Formula 1 lascia Monza: la minaccia di Ecclestone è un bluff? 

Secondo i calcoli elaborati su dati raccolti da Registro Imprese, Istat, Censis, Isnart e Autodromo Nazionale Monza, la ricettività alberghiera ed extralberghiera beneficerà di 9,3 milioni di euro durante il weekend della Formula 1. I turisti del circus faranno shopping per altrettanti milioni di euro mentre il settore della ristorazione si prevede un incasso di 7,6 milioni di euro. Non trascurabile l’impatto della mobilità: fra trasporti e parcheggi, l’indotto è di circa 2,1 milioni.

A beneficiare del Gran Premio d’Italia non è solo la provincia brianzola (che vede arrivare 14,5 milioni nelle casse di albergatori, ristoratori e commercianti) ma anche una buona parte del territorio limitrofo: nell’area del milanese il ricavo è di oltre 8,6 milioni che scendono a 3 milioni per la provincia di Como e a 900mila euro per la provincia di Lecco.

LEGGI ANCHE

F1 Monza 2014 biglietti: aumentano i prezzi, prato a quasi 100 euro

F1 Monza 2014: il sindaco sfida Ecclestone “Non esiste un Mondiale senza”