Il Gran Premio di Formula 1 richiama ogni anno a Monza decine di migliaia di persone. Per rendere più fluido il traffico e agevolare gli appassionati, ogni anno, il comune brianzolo studia un piano integrato di viabilità e trasporti che vi riportiamo. La zona dell’autodromo non è raggiungibile con auto e moto private (eccetto i diversamente abili con pass e biglietto d’ingresso) che devono quindi essere lasciate nei parcheggi esterni. Appositi bus navetta collegano i parcheggi all’entrata del circuito.

Per evitare lunghe code, parcheggi salati e inquinare meno, il consiglio è quello di utilizzare i numerosi mezzi pubblici messi a disposizione: previsti treni speciali e autobus da e per Milano, dalle stazioni Porta Garibaldi e Centrale (raggiungibile anche da Porta Garibaldi con MM2). Particolarmente vantaggiosa la soluzione in treno che, dalla stazione Centrale di Milano, permette di raggiungere l’autodromo in soli 23 minuti al costo di 4 euro A/R. Domenica sono previsti convogli ogni mezz’ora a partire dalle 7 (qui i dettagli).

Per chi non potesse fare a meno dell’auto ecco qui i provvedimenti provvisori della viabilità per consentire la massima fluidità al flusso e deflusso degli spettatori.
photo credit: Luca Zappa via photopin cc

LEGGI ANCHE

F1 Monza 2014 eventi: tutte le attività per il GP d’Italia

I prezzi del GP d’Italia

Formula 1 lascia Monza: la minaccia di Ecclestone è un bluff? 

F1 Monza 2013 biglietti: prezzi sempre troppo alti