Super Hamilton, il pilota inglese della Mercedes si è preso la pole position nelle qualifiche a Melbourne per il GP d’Australia con un grandissimo Q3, cancellando la prestazione del suo compagno di squadra Nico Rosberg. Lewis Hamilton ha dominato le qualifiche, migliorandosi ad ogni fase, fino a stampare il miglior tempo: 1:26.327, rifilando ben 6 decimi al compagno di box che chiude in seconda posizione.

La Williams può ritenersi soddisfatta di un ottimo Felipe Massa che trova un terzo posto molto positivo e una sesta posizione con Bottas. Il brasiliano è riuscito a ripetere la buona prestazione nel Q1, scavalcando il pilota tedesco della Ferrari che ha chiuso in quarta posizione. Il secondo pilota della Williams, Valtteri Bottas, non è riuscito a mantenere la quarta posizione che aveva conquistato nel Q2, facendosi sorpassare da entrambe le SF15-T.

Vettel meglio di Raikkonen

Sebastian Vettel inizia meglio di Kimi Raikkonen, il tedesco è sembrato più pimpante e soprattutto più costante, chiudendo sempre davanti al compagno di squadra finlandese in tutte le tre fasi delle qualifiche. Una buona Ferrari quella vista questa mattina nelle qualifiche australiane di Melbourne, forse più vicina alla Williams di quanto ci si potesse immaginare, un chiaro segnale del Cavallino per essere la concorrente principale alla favorita Mercedes.

La Red Bull non inizia nel migliore dei modi e salva le sue qualifiche grazie a Daniel Ricciardo che riesce a chiudere con un discreto settimo posto. Il pilota australiano è riuscito a migliorarsi, dall’undicesimo posto in Q1, passando alla nona piazza per il Q2 e chiudendo in settima posizione nell’ultima fase di qualifiche.

Grande prova di Sainz alla sua prima uscita con la Toro Rosso, chiude in ottava posizione. Bene anche Grosjean e Maldonado, brutta invece la prestazione per Kvyat, il sostituto di Vettel per la Red Bull non ha fatto impazzire in queste qualifiche: il pilota russo non è nemmeno riuscito ad entrare nel Q3.

Disastro McLaren-Honda

McLaren K.O. Il Team di Fernando Alonso, che avrà guardato le qualifiche comodamente seduto sul divano di casa, non è riuscita nemmeno a passare il Q1 con Button e Magnussen. Un vero e proprio disastro per la McLaren-Honda che di certo non si aspettava un inizio di stagione cosi complicato. Il team sapeva di essere lontano dalla Mercedes e dalle Williams ma di certo non si aspettavo una qualifica cosi negativa. Non avere Alonso in questa prima uscita è di certo un’aggrevante per la scuderia ma Button e Magnussen devono dimostrare qualcosa in più.

Sorpresa in casa Sauber, senza Van der Garde per questo weekend la scuderia svizzera ha deciso di mandare in pista Nasr ed Ericsson. Nessuno dei due piloti è riuscito ad arrivare al Q3, il migliore è stato il brasiliano che ha chiuso all’undicesima posizione nel Q2.