Il Gran Premio di Gran Bretagna 2012 di Formula 1 fu rovinato dalla pioggia torrenziale che costrinse gli organizzatori a rimandare indietro 30.000 spettatori già muniti di biglietto nella giornata di ssbato. Quest’anno sono in netto calo le vendite per l’appuntamento di Silverstone sia per la crisi di Jenson Button e della McLaren che del periodo poco brillante di Lewis Hamilton. Senza piloti inglesi al top parte del pubblico, solitamente tra i più numerosi e appassionati del circus, rinuncia allo spettacolo delle monoposto.

A questo aggiungiamoci il caro biglietti, denunciato da F1passion (clicca qui per approfondire) e provocato dagli accordi che il tracciato ha con Bernie Ecclestone (foto by InfoPhoto) . Basti pensare che il tagliando più a buon mercato per la gara di domenica costa ben 145 sterline, un GP secondo solo a quello di Abu Dhabi e del Brasile. Pazzesco se si pensa che il GP in Malesia costa 12 volte in meno (13 sterline) e il mese scorso la finale della Champions League a Wembley consentiva l’ingresso con sole 70 sterline.

La colpa dei rincari è da attribuire a Ecclestone che intasca ricavi dalle trasmissioni televisive, dalle pubblicità e dall’hospitality senza lasciare nulla al circuito che, sena sovvenzioni statali, resta in piedi grazie alla vendita dei biglietti, il cui ricavo copre i costi dei diritti, circa 14 milioni di sterline (per un contratto che ogni anno viene ritoccato del 5%). Dal 2009, anno del nuovo contratto tra Silverstone ed Ecclestone per i prossimi 17 anni, i tagliandi sono aumentati del 43,5%. Nel 2012 si toccò il record di 127.000 spettatori. Che quest’anno neanche lontamente verrà avvicinato. Il motivo appare chiaro.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

GP Inghilterra: orari e diretta tv di Silverstone

Pirelli resta in Formula 1

Alonso: “La famiglia prima di ogni cosa”

Mercedes gate: una dolce carezza della Fia

Protesta in Brasile: Massa con i manifestanti

Nuovo regolamento: test concessi, ha vinto la Ferrari

F1 Canada 2013: muore commissario in pista

Gara: successo di Vettel davanti ad Alonso