Gara pazzesca al Korea International Circuit di Yeongam. Fernando Alonso non riesce nella consueta rimonta e chiude al sesto posto al termine di una gara spettacolare in cui ne sono successe di ogni tra gomme esplose, due safety car e una macchina dei pompieri in pista…Sotto la bandiera scacchi, tanto per cambiare, è transitato primo il solito Sebastian Vettel (foto by InfoPhoto) che, a parte qualche minimo problema di gestione delle gomme, ha amministrato senza patemi una gara piena di insidie centrando il 34esimo successo in carriera. Stavolta per lui tanti applausi e fischi assenti.

Sul podio anche le due Lotus di uno strepitoso Kimi Raikkonen e un ottimo Roman Grosjean. Quarto un Nico Hulkenberg da tenere d’occhio che sfrutta al meglio la sua Sauber motorizzata Ferrari e tiene alle spalle un certo Hamilton. Il preannunciato tifone per fortuna risparmia la pista di Yeongam. Sotto un cielo coperto gara asciutta e tutti i piloti montano gomma Supersoft tranne Ricciardo che opta per una mescola media. Alla partenza Vettel mantiene il comando mentre Hulkenberg affianca immediatamente Massa, che si gira in testacoda e manda largo anche Alonso.

Vettel dopo due giri ha già 2″6 su Grosjean e Alonso accusa problemi di graining sulla gomma anteriore destra con Raikkonen che lo incalza agevolmente Ricciardo e si porta negli scarichi di Alonso. Il copione sembra lo stesso degli altri GP anche se Vettel, come tutti gli altri, deve gestire al meglio le gomme e non intraprende la consueta fuga. Al 30esimo passaggio esplode la gomma anteriore destra di Perez, i cui detriti rischiano di colpire Webber e Hamilton in piena lotta. Arriva la Safety Car con Vettel e Grosjean che ne approfittano per fare la sosta e mantenere la vetta mentre Webber che monta le Supersoft perché ha finito i treni di gomme.

La sfortuna perseguita l’australiano che, a Safety Car rientrata, viene toccato da Sutil. La Red Bull s’incendia le fiamme divampano con il pilota che esce in tranquillità dalla sua monoposto, ma gli estintori tardano ad arrivare e a gara ancora in corso una Jeep in pista prende la via del rettilineo davanti alle monoposto in direzione dell’incendio della monoposto. Una scena pazzesca (qui il video) che toglie spazio al precedente e strepitoso sorpasso di Raikkonen sul compagno Grosjean.

La seconda Safety Car ricompatta di nuovo il gruppo ma le posizioni sono ormai delineate. Un grande Hulkenberg resiste a Hamilton che a sua volta tiene dietro Alonso. Ricciardo si ritira lasciando a Massa la nona piazza.  Ma i riflettori sono ancora una volta per Vettel che trionfa e allunga nel Mondiale: rischia di essere campione del mondo già la prossima settimana in Giappone.

LINK UTILI

Rivivi la gara in diretta live

Tutte le FOTO del GP di Corea

Paddock girls: fotogallery delle bellezze del circus

F1 Corea 2013 qualifiche: show di Vettel, Alonso indietro

F1 Corea 2013: libere a Hamilton, Ferrari in alto mare

La classifica piloti e costruttori