Le prime prove libere del GP di Cina hanno dato un primo messaggio: Hamilton è velocissimo ma le Ferrari non staranno a guardare. Il campione del mondo ha dominato le due sessioni di libere ma Sebastian Vettel, quarto al termine del venerdì dietro a Raikkonen e Ricciardo, è certo che il fine settimana di Shanghai vedrà ancora una rossa assai competitiva: “Saremo molto vicini alle Mercedes. Oggi sono state andate molto forti – ammette a Sky il tedesco della Rossa - e sarà importante fare un ulteriore passo in avanti durante la notte, ci sono cose da migliorare”.

F1 Cina 2015, anche Ricciardo fiducioso

La Red Bull sembra tornata in forma con il terzo posto di Daniel Ricciardo: “E’ il primo venerdì in cui a loro va tutto bene – ha aggiunto Vettel -. Sappiamo che durante la stagione le cose saranno sempre più dure perché tutte le squadre troveranno il loro ritmo. Noi dobbiamo solo pensare a migliorarci per compiere un passo in avanti”. A proposito di Red Bull, Ricciardo non nasconde il suo ottimismo dopo l’incoraggiante venerdì: “Sento un buon feeling con la macchina e sono riuscito a migliorare tra la prima e la seconda sessione. Abbiamo apportato delle modifiche alla dinamica e la vettura non ha avuto problemi di affidabilità. Tutto è a posto e in questo weekend penso di poter dire la mia, anche perché siamo a meno di mezzo secondo dalla Ferrari”.

F1 Cina 2015, Raikkonen pensa alla prima fila

Kimi Raikkonen ha stupito con il secondo posto nella seconda sessione e vuole la prima fila: “Domani, come ogni giorno, dovremo fare del nostro meglio, poi vedremo come andrà a finire. Dovremo far sì che tutto vada per il meglio, poi penseremo alla gara. Vedremo se potremo combattere con la Mercedes per la prima fila, di certo le cose, oggi, non sono andate male”. Si gode il primato, invece, Hamilton che ritiene di avere ancora margini di miglioramento con la Mercedes“Possiamo migliorare ulteriormente per ottenere di più dalle gomme ma il mio atteggiamento non cambierà. Mi preparo sempre allo stesso modo, non importa lo scenario. Forse potrebbe cambiare qualcosa per il team, che potrebbe avere un atteggiamento diverso”.