A Shanghai ha vinto lo scorso anno ed è stata anche l’ultima volta che lo ha fatto con la Ferrari. Per il GP di Cina, in programma a Pasqua, Fernando Alonso vuol regalarsi una sorpresa e regalare un’iniezione di fiducia a tutti i tifosi e soprattutto alla squadra che affronta la prima gara dal 2008 senza Domenicali e con il nuovo team principal Mattiacci. Nella prima giornata di prove libere, dopo il miglior tempo fatto segnare in mattinata, l’asturiano ha ottenuto il secondo crono a soli 141 millesimi da Hamilton, che prenota un’altra pole.

Il pilota britannico della Mercedes, con il crono di 1’38″315, ha preceduto la rossa e il compagno di scuderia Nico Rosberg (1’38″726) mentre in seconda fila provvisoria si affaccia la prima Red Bull, quella dell’australiano Daniel Ricciardo che precede il campione del mondo Sebastian Vettel (1’39″015). Sesta piazza per la Williams di Felipe Massa che precede l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, fermo ai box in mattinata per un guasto alla sua F14T.

I problemi a Maranello sono tutt’altro che risolti: Alonso ha girato in condizioni più favorevoli e le Mercedes non hanno sicuramente espresso tutto il potenziale che nelle qualifiche (e in gara) dovrebbe invece venir fuori. Si annuncia un altro dominio della casa di Stoccarda mentre la Ferrari proverà a recuperare terreno sulla Red Bull e sulle altre vetture Mercedes (Williams, Force India e McLaren). A meno che a Shanghai non arrivi la pioggia, prevista per sabato e domenica. In quelle condizioni sarebbe lecito aspettarsi più di una sorpresa. Alonso ci spera.

LEGGI ANCHE

GP MALESIA: DOPPIETTA MERCEDES

GP AUSTRALIA: a Melbourne vince Rosberg

Gli stipendi dei piloti di Formula 1

Paddock girls: fotogallery delle bellezze del circus

Albo d’oro F1: tutti i campioni del mondo

LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI