Era il terzo Gran Premio della Cina della storia e l’ultimo anno in Ferrari di Michael Schumacher. Otto stagioni orsono, il 1 ottobre 2006, il sette volte campione del mondo di F1 conquistò con la rossa il suo ultimo successo in Formula 1 proprio sul circuito di Shanghai: un Gran Premio epico con una gara condotta all’attacco da parte di Schumi (foto by InfoPhoto), abilissimo a sfruttare la strategia dei box (fatto inconsueto per lui) per balzare, a pochi giri dalla fine, davanti a Fernando Alonso e trionfare sotto la pioggia.

Il Kaiser salì sul gradino più alto del podio agganciando in classifica proprio l’asturiano, allora alla Renault, a due soli GP dalla fine del Mondale. Una rimonta formidabile quella del Kaiser con cinque successi in sette gare tra cui quella in casa per la Ferrari, a Monza. Il sogno dell’ottavo titolo per Schumi sfumò a causa di un motore rotto nel successivo del GP del Giappone e il titolo andò ad Alonso. Ora il tedesco sta lottando per un sogno più importante da quasi quattro mesi nell’ospedale di Grenoble: svegliarsi e continuare a vivere. Forza campione.

LEGGI ANCHE

Schumacher condizioni di salute: segnali incoraggianti

Schumacher: la manager riaccende la speranza

Michael Schumacher: un silenzio che uccide