Se Alonso e Horner si rincorrono con le battute e fanno apparire il circus più simpatico, lo stesso non si può dire di Bernie Ecclestone che non ha mai fatto molto per risultare simpatico agli appassionati e anche le sue uscite più recenti non hanno fatto aumentare il suo indice di gradimento. Dopo le qualifiche del GP di Cina il patron della F1 regala una gufata a tutti i tifosi della rossa: “Credo che quest’anno la Ferrari sia molto meglio, sarei sorpreso se le ‘rossè non vincessero il titolo”.

Si parla poi del Mondiale: “Credo che gli ultimi 3 anni siano stati molto positivi per quanto riguarda le corse. E anche l’inizio di quest’anno è stato positivo. Questo è assolutamente il pool migliore visto in F1″. Soprattutto in Malesia con una lotta serrata per la vittoria: “Siamo qui per questo, altrimenti non faremmo il Mondiale piloti”.

Dopo il  pasticcio di Sepang, Ecclestone aveva difeso Vettel dicendo che il tedesco aveva preso la decisione giusta visto che è un pilota che vuole vincere sempre: “E’ lì per quello e anche Webber voleva vincere. Nessuno dovrebbe dargli altri ordini, forse avranno dei problemi con le gomme, ma devono regolarsi loro”.

Sul discorso ordini di scuderia il patron è chiaro: “Non c’è alcun team che deve dirgli cosa fare, il team deve dare informazioni, poi è il pilota che deve decidere cosa fare. Spero che la Mercedes non darà più ordini di scuderia durante la stagione. Devono correre, sono qui per competere l’uno con l’altro”. Il futuro di Nonno Bernie è ancora un punto interrogativo: “Non lo so cosa vorrei fare, ci devo pensare, ci devo riflettere ancora un po’”.