Se questi sono i risultati, Bernie Ecclestone può continuare a ‘gufare’ la Ferrari in tutte le gare. Perchè a Shanghai trionfa Fernando Alonso e nel modo più bello grazie a una perfetta strategia della Ferrari. Lo spagnolo vince in solitario nello spettacolare GP di Cina riportando al successo la rossa dopo 12 gare.

I fantasmi di Sepang sono alle spalle, l’errore che lo ha costretto al ritiro in Malesia è cancellato da una prova superlativa sulla pista cinese. Zittiti tutti coloro che lo criticavano per le prestazioni in qualifica, peggiori rispetto a quelle di Felipe Massa (a cui peraltro aveva risposto in modo impeccabile). Dietro di lui, a una decina di secondi, Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton che vince lo sprint per il podio contro un Sebastian Vettel che paga tremendamente la strategia del weekend. Completa la top 5 Jenson Button. Cinque campioni del mondo nelle prime cinque posizioni.

Peccato per Massa, solo sesto dopo una grande partenza e un sorpasso stupendo ai danni di Hamilton. Disastroso weekend per Mark Webber: partito ultimo dai box per aver partecipato alle qualifiche con poca benzina, viene tamponato da Vergne e rientra ai box ma gli viene montata male una gomma che finisce per perdere. E per poco non travolge Alonso e l’odiato Vettel. Gli scherzi del destino.

LINK UTILI

Qualifiche: Mercedes in pole un anno dopo

Alonso e Horner fanno apparire il circus più simpatico