Quella di Montreal doveva essere una pista favorevole alle caratteristiche della Ferrari. Lo aveva detto il team principal della rossa Stefano Domenicali alla vigilia della partenza del Gran Premio del Canada di Formula 1. Invece, guardando alle qualifiche, si direbbe che qui Alonso e Massa avranno da faticare per portare a casa un risultato degno della scuderia di Maranello. Perchè se l’asturiano, che ha rischiato di rimanere fuori dalla top ten, è giunto sesto a 1″079 dall’autore della pole Sebastian Vettel, Felipe Massa continua con la serie di incidenti dopo i due botti consecutivi a Montecarlo e finisce fuori pista a due minuti dalla fine della Q2 guadagnandosi la 15esima posizione in griglia.

Di positivo in casa Ferrari c’è il passo gara di Alonso, che sembra buono (in caso di gara asciutta). Meno positivo il fatto che Vettel (foto by InfoPhoto) non ha nessuna intenzione di rallentare la sua corsa iridata: il campione del mondo riesce a sfruttare al meglio le gomme intermedie su una pista non ancora asciutta, fermando il cronometro su 1’25“425 e ‘bruciando’ per soli 87 millesimi Lewis Hamilton con la Mercedes.

Ma il grande protagonista delle qualifiche è Vallteri Bottas: il 23enne “rookie” finlandese si regala un fantastico terzo tempo che permetterà alla Williams di partire in seconda fila. Un distacco di quattro decimi da Vettel che gli consente di mettersi dietro per soli 11 millesimi Nico Rosberg che dopo tre pole position di fila si deve accontentare della quarta piazza. A due decimi da lui Mark Webber con l’altra Red Bull. Difficoltà anche per Kimi Raikkonen, nono con la Lotus.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

F1 Canada 2013: orari e diretta tv

F1 Montecarlo 2013: successo Mercedes tra le polemiche

F1 Montecarlo 2013: brutto incidente per Massa

Il nuovo casco glamour di Alonso