Dopo le lamentele del capo della Red Bull, per Pirelli è arrivata anche la bocciatura di Bernie Ecclestone: “Le gomme sono sbagliate. Non era questo che volevamo quando abbiamo concesso la fornitura a Pirelli (foto by InfoPhoto) e loro ne sono perfettamente consapevoli”. Il boss del circus ha anticipato che si tornerà a correre con le mescole del 2012: “Pirelli si sta muovendo per risolvere la situazione

E oggi l’azienda italiana ha annunciato importanti modifiche partire dal Gran Premio del Canada. I nuovi pneumatici P Zero combineranno elementi del range di prodotto 2012 con quelli del 2013, unendo durata e prestazioni: “Abbiamo deciso di introdurre un’ulteriore evoluzione poichè i quattro pit-stop del Gran Premio di Spagna sono stati eccessivi – ha detto il direttore Motorsport Paul Hembery -. Un tale numero di soste si è verificato soltanto una volta, dal nostro rientro in Formula 1 nel 2011. Nel dettaglio, i cambiamenti che apporteremo comporteranno un minore stress alle mescole, con l’effetto di ridurre il consumo e il numero delle soste”.

Hembery passa poi al contrattacco: “I test invernali sono stati insufficienti a raccogliere i dati necessari per uno sviluppo soddisfacente del range 2013, con la conseguenza di aver progettato delle coperture troppo orientate alla prestazione. Appena ce ne siamo resi conto, abbiamo iniziato a studiare delle soluzioni alternative. Val la pena sottolineare che i test invernali, come sono attualmente pensati, non permettono di provare gli pneumatici nelle stesse condizioni di gara, soprattutto a causa delle basse temperature. Inoltre, il numero di tali test è eccessivamente limitato”.