Il mondiale di Formula Uno riprende dopo la pausa estiva con una delle tappe più storiche, il circuito di Spa-Francorchamps, in Belgio, che per la Scuderia Ferrari significa 900 Gran Premi disputati nel circus. Nonostante il trionfale successo di Vettel a Budapest, la rossa parte per Spa con i piedi per terra: “Il fatto di avere vinto in Ungheria non cambia il nostro approccio alla prossima gara – ha dichiarato Alberto Antonini, capo ufficio stampa della Scuderia Ferrari -. Non ci consideravamo in crisi dopo Silverstone e non pensiamo di essere dei fenomeni adesso. Teniamo i piedi per terra, sappiamo di dover affrontare avversari molto forti, ma daremo il massimo come sempre”.

Tra gli attesi protagonisti c’è anche il “re di Spa”, Kimi Raikkonen, che qui ha vinto tre volte: “Mi piace correre su questo tracciato, è molto bello ed ha il fascino dei circuiti di una volta. È una gara molto emozionante di solito, con diversi sorpassi, ma molto dipende dal meteo e dalle mescole di gomme a disposizione. La vittoria più bella? Sicuramente quella del 2009, perché non avevamo una vettura particolarmente veloce, ma grazie ad una buona partenza siamo riusciti ad ottenere un grande risultato”. Quella del 2009 è stata anche l’ultima vittoria di Raikkonen con la Ferrari che dopo l’ottima gara in Ungheria va a caccia del bottino pieno.

Anche Niki Lauda, presidente onorario della Mercedes, punta su Raikkonen: “E’ un buon candidato a vincere il prossimo GP di Spa in Belgio”. Il tre volte campione del mondo, due con la Rossa di Maranello, teme le doti di “Iceman” sul tracciato delle Ardenne: “È la pista preferita del finlandese, super veloce e dura con i suoi cambiamenti di pendenza: ha le stesse possibilità di Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Lui sa che se farà una grande corsa le sue possibilità di rimanere in Ferrari aumenteranno, così sarà molto motivato”.