Si confermano le Mercedes le auto da batter nel Mondiale 2014. Dopo il successo in Australia (CLICCA QUI PER I DETTAGLI) e la doppietta in Malesia (QUI IL REPORT), le due monoposto della casa tedesca dominano anche le qualifiche del GP del Bahrain con Nico Rosberg che stavolta strappa la pole position a Lewis Hamilton. Terzo posto per l’ottimo Daniel Ricciardo con la Red Bull che però verrà retrocesso di 10 posizioni sulla griglia di partenza per scontare una penalità subito durante l’ultimo GP a Sepang. L’australiano fa decisamente meglio del suo compagno: il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel deve fare i conti con parecchie difficoltà sulla sua monoposto e non riesce ad ottenere meglio di un decimo posto.

Insieme a lui, restano fuorti dal Q3 anche Nico Hulkenberg e le Toro Rosso di Kvyat e Vergne. La seconda fila va all’inedita coppia Bottas-Perez mentre Felipe Massa con l’altra Williams prenderà il via dalla settima casella. Se il brasiliano prende paga dal giovane finlandese, il suo ex compagno Alonso riceve lo stesso trattamento dall’altro pilota finnico: Raikkonen, infatti, conquista la terza fila (quinto posto) accanto a Button e per la prima volta in questa stagione si piazza davanti all’asturiano, solo nono dopo un bloccaggio all’ultima curva nell’ultimo giro lanciato. La Ferrari delude nuovamente. La strada verso il primo podio stagionale è ancora lunga.

LEGGI ANCHE

Senna: 54 anni fa nasceva uno degli sportivi più amati di sempre

F1 Malesia 2014: doppietta storica per la Mercedes

F1 Australia 2014: Ferrari non pervenuta

Daniil Kvyat: il rookie russo-romano soffia il record a Vettel

Australia: squalifica per Ricciardo, la Red Bull non ci sta