Sebastian Vettel passeggia nel Gran Premio del Bahrain e vince l’appuntamento di Losail infilando il secondo successo stagionale ed allungando in testa alla classifica. Il campione del mondo ha preso il comando della gara dopo tre giri e non l’ha più mollato fino alla fine. Alle sue spalle, in un podio fotocopia della passata stagione, le due Lotus di Kimi Raikkonen e Romain Grosjean che vince il duello con Paul di Resta: la Force India assapora il terzo posto fino a sei giri dalla bandiera a scacchi.

Un podio che la Ferrari non vede neanche col binocolo pagando un grande tributo alla sfortuna. Fernando alonso, unico a sembrare in grado di tenere il passo del campione del mondo, ha dovuto fare i conti con il DRS aperto: i box della rossa lo sistemano ma l’ala si blocca di nuovo e deve nuovamente rientrare per bloccare il meccanismo e dopo soli 9 giri si ritrova 19esimo. L’asturiano mette in scena una grande remuntada fino al settimo posto superando anche Perez che però, grazie all’ala mobile, risupera Alonso che si deve accontentare dell’ottava piazza.

Non va meglio a Felipe Massa, protagonista di una doppia foratura, sempre alla posteriore destra. Un incidente raro che lo ha costretto alla quindicesima posizione. Leggermente meglio la gara delle Mercedes: Nico Rosberg, partito dalla pole position ha chiuso al nono posto, chiude nono lamentando poco grip al posteriore mentre Hamilton chiude quinto.

LINK UTILI

Giusto correre dove i diritti umani sono negati? 

Ecclestone minacciato “Cancella la tua gara insanguinata”

Arresti e torture, il governo si prepara alla F1

Qualifiche: Rosberg in pole, Alonso in seconda fila