Qualifiche tiratissime a Sakhir per stabilire la griglia di partenza del discusso Gran Premio del Bahrain. In pole position si piazza un ritrovato Nico Rosberg (foto by InfoPhoto) che firma la sua seconda pole della carriera dopo quella di Shanghai del 2012. Una conferma dell’ottimo momento della Mercedes che, proprio settimana scorsa in Cina, aveva conquistato il primo posto in qualifica con Lewis Hamilton.

L’exploit di Rosberg è nel Q3 in cui il tedesco realizza un tempo mostruoso andando ad abbassere il limite del weekend a 1’32″330, Vettel gli arriva solo in scia rimediando due decimi mentre Alonso conquista il terzo posto grazie all’1’32″667 fatto segnare a inizio sessione. L’asturiano della Ferrari, che deve abortire nel finale il suo ultimo giro buono a causa di un errore, partirà a fianco di Felipe Massa che con le gomme dure (unico in grado di farlo): il brasiliano approfitta delle penalizzazioni di Hamilton (quarto ma indietro di cinque posizioni in meno a causa della sostituzione del cambio) e di Mark Webber (retrocesso di tre caselle nell’ultimo GP di Cina), che scatteranno rispettivamente dalla nona e settima posizione.

Un assist non da poco per le due Force India di Di Resta e Sutil, quinta e sesta posizione in griglia nella loro ‘prima volta’ al Q3. Delude la Lotus con Raikkonen solo ottavo (nono tempo in Q3) mentre Button chiude decimo. Un GP deserto che si annuncia combattuto.

LINK UTILI

Giusto correre dove i diritti umani sono negati? 

Ecclestone minacciato “Cancella la tua gara insanguinata”

Arresti e torture, il governo si prepara alla F1

Qualifiche: Rosberg in pole, Alonso in seconda fila

Orari e diretta tv della gara

Il meteo: caldo e sabbia, gomme fondamentali